de luca agnelli pirlo de laurentis juventus superlega

Stasera il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca a Fabio Fazio è intervenuto a “Che tempo che fa. “C’è preoccupazione ma ritengo che siamo entrati nella seconda fase del covid, a differenza di un anno fa ci sono i vaccini e poi il Paese stremato, non regge più”, dice il Governatore.

“Resta il problema – prosegue- che non abbiamo quantitativi di vaccino sufficienti, puoi aprire con un rischio calcolato ma devi avere vaccini sufficienti, altrimenti corriamo il rischio grande di giocarci l’estate. E poi manca un piano specifico di controllo del territorio delle forze dell’ordine, tutti sono in giro per strada si dovrebbero multare quelli senza mascherina, contrastare gli assembramenti e applicare misure penali. Ci vuole l’impegno di decine di migliaia di donne e uomini delle forze dell’ordine. Penso al ristorante, il problema non è quello, si può cenare fino alle 23 secondo me, ma la movida sono le decine di migliaia di giovani che vanno in giro in maniera incontrollata”.

DE LUCA SULLA JUVENTUS

“Andrea Agnelli credo sia una persona di grande valore. Come direbbe Cervantes ‘È andato per fare lana ed è tornato tosato’. Mi convinco sempre di più che sia un infiltrato di De Laurentiis nella Juventus, ha fatto danni stupefacenti, anche con Pirlo, un genio del pallone e un allenatore prematuro. I due messi insieme spingono a gesti di autotutela”. Il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca, intervenuto a Che tempo che fa, torna a pungere il numero uno bianconero, nell’occhio del ciclone dopo il naufragio del progetto Superlega: “Cosa ne penso? Mi può leggere sul volto l’angoscia”.

Per seguire tutte le notizie collegati al nostro sito oppure vai sulla nostra pagina Facebook

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.