Campania in bilico
Campania in bilico

Questo il bollettino di oggi dell’Unità di crisi regionale: Positivi del giorno: 1.881 di cui: Asintomatici: 1.293 e Sintomatici: 588 (Positivi, Sintomatici e Asintomatici si riferiscono ai tamponi molecolari).  Tamponi molecolari del giorno: 20.367,  Tamponi antigenici del giorno: 6.568. Deceduti: 30 (25 deceduti nelle ultime 48 ore, 5 deceduti in precedenza ma registrati ieri). Totale deceduti: 6.069 I guariti: 1.753, per un totale guariti: 277.426. Report posti letto su base regionale: Posti letto di terapia intensiva disponibili: 656 Posti letto di terapia intensiva occupati: 144 Posti letto di degenza disponibili: 3.160 (Posti letto Covid e Offerta privata) Posti letto di degenza occupati: 1.534

Vaccini: Campania, in corso consegna 250mila card

E’ in corso – rende noto l’Unità di crisi – la consegna di 250.000 card per l’attestazione di avvenuta vaccinazione ai cittadini campani che hanno completato la somministrazione delle doppie dosi. Ai possessori sarà consentita la piena mobilità. Entro il mese di maggio l’obiettivo è quello di consegnare un milione di card e di utilizzare tale certificazione per rilanciare interi settori economici, in particolare il comparto turistico (cinema, teatri, musei, ristoranti…).

Covid: de Magistris, coprifuoco alle 23? Andrei anche oltre

”Coprifuoco alle 23? Io andrei anche oltre perché penso che concentrare gli orari a questo punto è un errore. Se si va verso le riaperture io sono per riaprire totalmente tutti gli spazi all’aperto”.

Lo ha detto il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, a Tagadà su La7, in merito al dibattito sullo spostamento del coprifuoco dalle ore 22 alle ore 23. ”Con l’avvicinarsi della primavera soprattutto nelle zone più temperate del nostro Paese, e quindi in tutta Italia, – ha aggiunto – dobbiamo utilizzare soprattutto gli spazi all’aperto, ovviamente con mascherine e distanziamento, 24 ore su 24 così da evitare qualsiasi forma di concentrazione. In questo modo – ha concluso – si potrebbe garantire la sicurezza, per quanto possibile, allo stesso tempo aumentare i vaccini e far riprendere le attività economiche, sociali e culturali”.

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.