Liste pulite, è scontro tra Lega e alleati: fari puntati su Cesaro Jr. e 4 consiglieri uscenti

Elezioni regionali Campania liste pulite centrodestra Cesaro candidati centrodestra
All'indomani dell'accordo sul candidato governatore, è già polemica nel centrodestra

Con l’ufficializzazione della candidatura di Stefano Caldoro nelle fila del centrodestra alle prossime elezioni regionali in Campania sembrava essere tornato il sereno nel centrodestra ed invece la tempesta sembra proprio dietro l’angolo. A far saltare le maschere ci hanno pensato il commissario regionale della Lega Nicola Molteni ed il coordinatore campano di Forza Italia Domenico De Siano (vicinissimo ad Armando e Luigi Cesaro). Un botta e risposta al vetriolo, a cui si è aggiunta la richiesta di liste pulite da parte del leader leghista Matteo Salvini.

Elezioni regionali in Campania, è scontro tra Lega e Forza Italia

Già, proprio sulle liste si sta concentrando l’attenzione dei leader di Forza Italia, Lega e Fratelli d’Italia ed in particolare quella di Salvini. Il segretario nazionale del Carroccio, dopo aver mandato giù la candidatura di Stefano Caldoro, non ha intenzione di fare ulteriori sconti. Anzi, nel corso dell’ultimo incontro che ha portato alla fumata bianca per la scelta del candidato presidente, Salvini avrebbe ottenuto pieni poteri sulla composizione delle liste in cambio di un passo indietro per la leadership della Campania.

Liste pulite nel centrodestra. Molteni (Lega) attacca De Siano (Forza Italia) replica per le rime

“Vogliamo liste di qualità per il centrodestra e in particolare senza i vari Cesaro, Cosentino e company”. Nude e crude le parole del leghista Molteni che hanno mandato su tutte le furie il coordinatore regionale di Forza Italia Domenico De Siano. “E’ in malafede o è male informato. Ci meraviglia, perché garantisti, che in fatto di impresentabilità sia così poco documentato su Forza Italia e sugli ex di Forza Italia che non ha esitato ad imbarcare nel suo partito in Campania – ha tuonato il senatore azzurro – Mentre con piglio giustizialista che non trova uguali neppure tra i grillini più sfegatati, finge di ignorare che dalle nostre parti, ma non dalle sue, non c’è neppure un condannato”.

Salvini vuole Liste pulite nel centrodestra, chi sono i consiglieri regionali uscenti finiti nel mirino del Carroccio

Forza Italia tiene duro ma Salvini tornerà certamente alla carica per cassare i nomi dei consiglieri regionali uscenti non graditi. Non è un segreto che l’ex ministro degli Interni abbia messo nel mirino Armando Cesaro. Il capogruppo di Forza Italia, pur non essendo stato coinvolto personalmente nell’inchiesta che ha praticamente azzerato il centrodestra a Sant’Antimo, ha dovuto registrare gli arresti degli zii Aniello, Raffaele (domiciliari) e Antimo (carcere) e l’ennesima indagine ai danni del papà Luigi. Armando è sotto processo per voto di scambio relativo alle regionali del 2015.

Non solo Armando Cesaro, monitorata anche Monica Paolino

Tra i forzisti finiti sotto la lente di ingrandimento anche Monica Paolino. La moglie dell’ex sindaco di Pagani Pasquale Aliberti è  indagata dalla Procura di Salerno per voto di scambio politico elettorale di tipo mafioso.

Liste pulite centrodestra, i 2 consiglieri eletti in Fratelli d’Italia ai raggi X

Nei radar della Lega anche i due consiglieri eletti con Fratelli d’Italia nel 2015: Alberico Gambino e Luciano Passariello. Il primo, immediatamente decaduto dopo essere eletto per la terza volta sindaco di Pagani, non sarebbe gradito ai vertici del Carroccio.

Discorso a parte per Luciano Passariello. Il consigliere regionale è stato più volte proprio ad un passo dalla Lega, salvo poi essere messo in stand-by a causa del suo presunto coinvolgimento nell’inchiesta “Blooy Money“. Negli ultimi 20 anni Passariello è finito più volte sotto indagine, ma ne è sempre venuto fuori.

 

Infine è al vaglio anche la posizione di Pasquale Sommese. L’ex assessore al Turismo nel 2017 era stato arrestato con l’accusa di aver condizionato appalti o di aver incassato voti in cambio di favori. Per gli stessi motivi il consigliere regionale eletto con il Nuovo Centrodestra è tutt’oggi sotto processo.

PER RESTARE SEMPRE INFORMATO, VAI SU INTERNAPOLI.IT O VISITA LA NOSTRA PAGINA FACEBOOK