Lorenzo non ce l’ha fatta, tutto il mondo si era mobilitato per lui

Lorenzo Farinelli

È morto in serata ad Ancona Lorenzo Farinelli, il medico 34enne affetto da Linfoma non-Hodgkin a grandi cellule di tipo B, che aveva commosso il web. Il suo appello sui social per raccogliere la somma necessaria ad andare in Usa per sottoporsi ad una terapia sperimentale con buone probabilità di successo era diventato virale e aveva permesso di raccogliere in pochi giorni la somma necessaria, 500 mila euro, e poi di superarla. «Non è finita finché non è finita. Non voglio morire» aveva detto.

La mobilitazione per Lorenzo Farinelli

Per lui si era mobilitata tutta la città. Anche vip che avevano rilanciato il suo appello ed erano giunte donazioni da tutte Italia sulla piattaforma gofundme.com. Lorenzo è morto a casa sua. Ieri in mattinata era stato dimesso dall’ospedale dopo che era stata interrotta la chemioterapia in preparazione del viaggio negli Usa.

Il 34enne aveva creato un sito e una pagina di raccolta fondi dove era possibile donare qualcosa per aiutarlo. In un video, diffuso sui social aveva raccontato la sua storia e quello che poteva salvarlo. L’obiettivo era di arrivare a 500 mila euro, in poco tempo furono raccolti oltre 260 mila in tre giorni versati da oltre 8.000 persone. Familiari e amici hanno aiutatoLorenzo nella sua lotta per la vita, proprio lui che normalmente è sempre stato il primo ad aiutare chi stava male. Nel video era segnato dalla malattia: «Mi ha stravolto la vita, ha preso quello che avevo e lo ha spazzato via, del tutto».