9.3 C
Napoli
mercoledì, Gennaio 26, 2022
- Pubblicità -
- Pubblicità -

Lotti di sughi pronti ritirati dai supermercati: “Contengono Ossido di etilene”


Sono ormai decine i prodotti ritirati dal Ministero della salute in Italia, e da altre autorità sanitarie nel resto d’Europa. Un’emergenza senza fine, quella dell’ossido di etilene, il fumigante cancerogeno e genotossico al centro di ritiri dal mercato in tutto il mondo da diversi mesi. Dopo aver sconvolto il mercato dei prodotti da forno, dei dolciumi e di molti altri alimenti contenenti sesamo trovato contaminato e proveniente soprattutto dall’India, le autorità europee pensavano forse di aver risolto il problema. E invece la vicenda, tra ritardi e rincorse alla presenza del pesticida, si è allargata ad altre materie prime e ad altri ingredienti come l’E410, la farina di semi di carrube. Come questa volta ha coinvolto anche il richiamo precauzionale per sughi pronti venduti nei supermercati italiani e potenzialmente contaminati con ossido di etilene. Nello specifico si tratta di Sugo alla carbonara e Sugo ai 4 formaggi a marchio Più Gusto. Il ritiro a scopo precauzionale è stato disposto per “Possibile presenza di ossido di etilene in un additivo (farina di semi di carrube) impiegata nella materia prima impiegata nella produzione del sugo“. Ecco le tipologie e i lotti dei prodotti richiamati:

Sugo alla carbonara Più Gusto 10 x 500g, lotto n° L21148, data di scadenza 27-11-2022;

Sugo alla carbonara Più Gusto 12 x 150g, lotto n° L21148, data di scadenza 27-11-2022;

Sugo ai 4 formaggi Più Gusto 10 x 500g, lotto n° L21148, data di scadenza 27-11-2022;

Sugo ai 4 formaggi Più Gusto 12 x 130g, lotto n°L21148, data di scadenza 27-11-2022.

Il richiamo di tutti i prodotti contenenti farina di semi di carrube contenenti ossido di etilene, anche in quantità minime, è stato deciso dalla Commissione europea, in ottemperanza al principio di precauzione. Ad oggi si contano poco più di 60 prodotti interessati tra bevande, burger e sostituti vegetali della panna da cucina, yogurt, prodotti senza glutine, integratori alimentari, sughi, pasticceria, gelati e sorbetti. Giovanni D’Agata presidente dello “Sportello dei Diritti”, raccomanda ai consumatori che avessero acquistato i prodotti sopra indicati a non utilizzarli e a restituirli al punto vendita per il rimborso.

 

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.

Alberto Raucci
Alberto Raucci, 27 anni. Dal 2018 collaboro con InterNapoli.it, diventando giornalista pubblicista (e conseguendo quindi il tesserino) nel 2020. Nel corso degli anni ho avuto modo di scrivere anche per AbbìAbbè, giornale online e mensile in carta stampata. Abile nella produzione e nel montaggio video.
- Pubblicità -
- Pubblicità -spot_img

Ultime Notizie

Il Covid frena in Campania, diminuiscono positivi e ricoveri: il bollettino

Diminuiscono i nuovi positivi ma resta stabile la curva dei contagi da Covid in Campania. Numeri alla mano, oggi il virus...
- Pubblicità -

Nella stessa categoria