Maicol non ce l’ha fatta, l’Inter piange il suo baby calciatore: anche Icardi aveva fatto il tifo per lui

L’Inter piange per la scomparsa di Maicol Lentini, ex giocatore del vivaio nerazzurro, che da tempolottava contro una malattia che l’aveva costretto a lasciare il calcio. Il ragazzo, 15 anni, è stato colpito da un malore mentre si trovava in casa a Zerbolò, in provincia di Pavia.

Lentini fu costretto a lasciare nel 2017 per curarsi: la sua storia ebbe molto risalto nel mondo nerazzurro e commosse anche i tifosi della Curva Nord, che gli dedicarono uno striscione. “Maicol Lentini: tanti auguri campione. La Nord è con te”. Lo stesso Mauro Icardi era sceso in campo con una fascia personalizzata: “Auguri Maicol, non mollare”.

Ad annunciare la morte del ragazzino l’Istituto Cardano di Pavia, che il ragazzo frequentava nonostante i problemi di salute: “Il giorno 17-05-2109 un fatto luttuoso ha riguardato il nostro Istituto. Maicol Lentini, un alunno di 1 D Informatici è mancato in serata con grande dolore di noi insegnanti, della sua famiglia e grande sgomento dei suoi compagni di classe, che non condividevano molte ore con lui, ma avevano imparato ad includerlo, a conoscerlo e a condividere con lui i suoi sentimenti”.

La Società Accademia Pavese San Genesio si è associata al cordoglio: “La proprietà, la dirigenza, lo staff e i giocatori biancorossi esprimono le più sentite condoglianze alla famiglia Lentini per la scomparsa del piccolo Maicol”. “RIP piccolo campione” è il saluto su Facebook di una delle pagine dei tifosi interisti.

I funerali dello sfortunato giovane si terrano il 21 maggio a Zerbolò, presso la palestra comunale in via padre Giacinto Burroni alle ore 16.