Malato e senza soldi, la fine di Raffaele Cutolo. Il “professore” sta morendo dietro le sbarre

 

Le condizioni di salute di Raffaele Cutolo restano un vero e proprio mistero. Nei giorni scorsi si sono diffuse diverse notizie sullo stato fisico dell’ex capo della Nuova Camorra Organizzata, detenuto in regime di 41 bis presso il penitenziario di Parma. Affetto da prostatite, diabete e artrite, il sanguinario “professore” starebbe lentamente morendo dietro le sbarre senza un sostegno e senza ricevere la ‘solita’ visita dei familiari da oltre sei mesi. Secondo quanto raccontato qualche settimana fa dalla moglie di Cutolo, le ristrettezze economiche della consorte non le permetterebbero di recarsi in Emilia Romagna. Alle patologie del professore si aggiungerebbero inoltre il distacco del corpo vitreo dell’occhio che lo starebbe rendendo praticamente cieco e il rigetto della protesi dentaria.

Una situazione che nei giorni scorsi il partito radicale ha provato a verificare di persona, facendo richiesta di fare visita a Cutolo. Una delegazione del gruppo politico è entrato nel penitenziario parmense senza però poter oltrepassare i cancelli del reparto destinato al 41 bis. Presente nella delegazione anche Rita Bernardini, del partito radicale, che ha rifiutato un permesso straordinario che le avrebbe concesso di entrare nel reparto senza però poter interloquire con i detenuti.

Si tinge dunque ancora più di giallo la vicenda e soprattutto resta sempre più avvolta nel mistero la situazione di salute dell’ex capo della N.c.o