Minorenne in giro con una pistola, fari puntati sul clan di Bagnoli

Sarebbe legato al figlio di un noto boss di Bagnoli il 16enne fermato ieri dalla polizia in via Lepanto a Fuorigrotta. Ieri sera i poliziotti dei commissariati San Paolo e Bagnoli hanno intercettato un giovanissimo incensurato che se ne andava in giro con una pistola carica in tasca. Molto probabile che l’arma non fosse sua ma che la stesse trasportando per consegnarla a qualcuno o che la stesse portando presso un nascondiglio. Il ragazzo è stato fermato dai poliziotti in via Lepanto. Alla vista degli agenti ha cercato di allontanarsi, ma i suoi movimenti sono parsi subito sospetti; gli agenti si sono avvicinati e lo hanno controllato. È saltata fuori la pistola: una Beretta, semiautomatica, con 6 proiettili nel serbatoio e il settimo in canna. Nonostante sia incensurato il giovane, stando agli accertamenti poi effettuati dalle forze dell’ordine, avrebbe tra le sue amicizie persone legate al gruppo Esposito di Bagnoli e in particolare al figlio del boss Massimiliano Esposito ‘o scognat.

Per seguire tutte le notizie collegati al nostro sito oppure vai sulla nostra pagina Facebook.