Incidente in villa comunale, Villaricca in lacrime per Anna. La figlia: «Vogliamo giustizia»

Anna Politelli

E’ sconvolta la comunità di Villaricca per la tragica morte di Anna Politelli. La donna è morta a 55 anni dopo aver lottato per 6 lunghi giorni all’ospedale San Giuliano di Giugliano. Anna era finita in coma per aver sbattuto la testa contro una trave di legno mentre era nella villa comunale di Villaricca al Corso Italia. Il grave incidente è avvenuto sabato scorso. Anna era in compagnia del marito e del nipotino di 18 mesi.

Anna Politelli, mentre seguiva il piccolo che saliva sulla rampa della giostrina in legno, ha battuto la testa contro una trave. E’ svenuta, perdendo conoscenza. Oggi la drammatica notizia che ha fatto il giro della città.

Tantissimi i post di dolore e cordoglio alla famiglia di Anna Politelli. Disperata sui social la figlia Alessia C. che scrive: “Non ci credo fino ad ora mamma sei sempre con noi e michael sei la mia stella che mi illuminerà la vita. Ti amerò per sempre sei la mia vita”. Poi in un altro post la giovane chiede che venga fatta chiarezza sulla vicenda: “Vogliamo giustizia  e mamma l’avrai te lo prometto.

 

La procura, intanto, ha sottoposto a sigilli l’area dove è avvenuto l’incidente che ha provocato la morte di Anna Politelli

Il post per Anna Politelli

Grazie di tutto quello che hai fatto per me è Francesco non ti dimenticheremo mai ora sei con la tua mamma e il tuo papà Dio deve premiarmi in Paradiso perché sei speciale tutti abbiamo pregato che tu tornassi da noi ma Dio ha voluto farti abbracciare la tua mamma e il tuo papà come mi dicevi sempre tu ti voglio bene tanto tanto. Scrive Angela su Facebook. 
“Sei sempre nel mio cuore e con me sei mio Angelo che ci proteggerà fino alla fine me e mio figlio Michael” conclude la figlia Alesia.

Per seguire tutte le notizie collegati al nostro sito oppure vai sulla nostra pagina Facebook.