Abbraccia la fidanzata per strada a Pavia, 20enne dovrà pagare 400 euro di multa

Multato dopo aver abbracciato la fidanzata
Multato dopo aver abbracciato la fidanzata

Ha abbracciato la sua fidanzata mentre stavano passeggiando in Strada Nuova in centro di Pavia. Come riporta l’Ansa in uno slancio affettivo che non è ammesso dalle attuali regole contro la diffusione del coronavirus. Il 20enne è stato multato da una pattuglia di agenti in borghese. Perciò dovrà pagare una multa di 400 euro, che potrà essere ridotta a 280, se la sanzione verrà saldata entro 30 giorni dalla emissione del verbale.

Sia il ragazzo che la sua fidanzata avevano la mascherina. Ma a creargli i problemi è stato l’improvviso abbraccio: un comportamento che non rispetta le norme sul distanziamento sociale. Dopo aver appurato che i due giovani sono conviventi, gli agenti hanno sanzionato il ragazzo. Nel corso del fine settimana a Pavia e nel resto della provincia intensificati i controlli da parte delle forze dell’ordine. Elevate alcune sanzioni a persone trovate senza mascherina o che non rispettavano le distanze sociali.

LE REGOLE PER I CONGIUNTI: LA FIDANZATA O IL FIDANZATO

L’ambito cui può riferirsi la dizione “congiunti” può indirettamente ricavarsi, sistematicamente, dalle norme sulla parentela e affinità. Nonché dalla giurisprudenza in tema di responsabilità civile.
Alla luce di questi riferimenti, deve ritenersi che i “congiunti” cui fa riferimento il DPCM ricomprendano: i coniugi, i fidanzati conviventi, i partner delle unioni civili, le persone che sono legate da uno stabile legame affettivo, nonché i parenti fino al sesto grado (come, per esempio, i figli dei cugini tra loro) e gli affini fino al quarto grado (come, per esempio, i cugini del coniuge).

LE REGOLE PER USCIRE DA CASA

Si può uscire dal proprio domicilio solo per andare al lavoro, per motivi di salute, per necessità o per svolgere attività sportiva o motoria all’aperto. Le passeggiate sono ammesse solo se strettamente necessarie a realizzare uno spostamento giustificato.  Si potrà fare la spesa, acquistare giornali, andare in farmacia, o comunque per acquistare beni necessari per la vita quotidiana.

E’ giustificata ogni uscita dal domicilio per l’attività sportiva o motoria all’aperto. Resta inteso che la giustificazione di tutti gli spostamenti ammessi, in caso di eventuali controlli, può essere fornita nelle forme e con le modalità consentite. La giustificazione del motivo di lavoro può essere comprovata anche esibendo adeguata documentazione fornita dal datore di lavoro (tesserini o simili) idonea a dimostrare la condizione dichiarata. In ogni caso, tutti gli spostamenti sono soggetti al divieto generale di assembramento, e quindi all’obbligo di rispettare la distanza di sicurezza minima di un metro fra le persone. Il caso dell’abbraccio alla fidanzata è destinato a far discutere.