Si tenevano vestiti e fuochi d'artificio sequestrati, sospesi 3 finanzieri a Napoli
Si tenevano vestiti e fuochi d'artificio sequestrati, sospesi 3 finanzieri a Napoli

Si tenevano vestiti e fuochi d’artificio sequestrati, sospesi 3 finanzieri a Napoli. Il Comando Provinciale della Guardia di Finanza partenopea, all’esito di una complessa attività di indagine coordinata dalla Procura della Repubblica di Napoli Nord, eseguiva ad una misura cautelare interdittiva emessa dal Giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Napoli Nord nei confronti di tre finanzieri in servizio presso un Reparto della provincia di Napoli. Le indagini riguardavano ipotesi di condotte di peculato e falso ideologico, verificatisi in occasione di alcuni sequestri di materiale pirotecnico effettuati nell’anno 2019.

TRE FINANZIERI SORPRESI

In particolare, il Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria di Napoli approfondiva le informazioni raccolte a carico dei 3 finanzieri. In occasione di un ingente sequestro di materiale pirotecnico, effettuato alla fine del 2020, i militari, anziché procedere alla sua totale distruzione, si appropriavano di circa 235 kg dei fuochi d’artificio.

Questi militari, dopo aver sottratto parte dei prodotti, redigevano, con due agenti della Polizia di Stato, in servizio presso il Nucleo Artificieri di Napoli, un verbale di presa in consegna, da parte di questi ultimi, in cui era indicato, fittiziamente, tutto il materiale pirotecnico sequestrato.

NASCONDEVANO ANCHE VESTITI ‘PEZZOTTATI’

Nel corso delle perquisizioni eseguite è stata, inoltre, rinvenuta anche merce contraffatta, nell’abitazione di uno degli indagati. Le indagini svolte consentivano di ricondurre a un precedente sequestro effettuato dallo stesso alcuni mesi prima. Sulla base del quadro indiziario ricostruito, questa Procura chiedeva ed ottenuto l’emissione di misura cautelare interdittiva nei confronti dei tre finanzieri che sono stati, conseguentemente, immediatamente sospesi dal servizio.

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.