Ornella uccisa nel sonno dal compagno, Pinotto arrestato per omicidio premeditato. Oggi il personale della Squadra Mobile eseguivano un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal G.I.P. del Tribunale di Napoli, su richiesta della locale Procura della Repubblica nei confronti di Pinotto Iacomino. L’uomo nato a Cercola il 5.6.1978. Ritenuto gravemente indiziato di omicidio aggravato dalla premeditazione, dalla crudeltà e dall’aver commesso il fatto nei confronti di persona con la quale era legato da relazione affettiva.

LE INDAGINI SULLA MORTE DI ANTONELLA

Dunque le indagini, condotte dalla Squadra Mobile e coordinate dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Napoli, permettevano di acquisire gravi indizi a carico dell’indagato in ordine all’omicidio di Ornella Pinto. Donna uccisa con 15 coltellate alle ore 4,00 del 13 marzo scorso nella sua abitazione in via Cavolino a Napoli.

I FUNERALI DELLA DONNA

Applausi e scene di dolore davanti alla Cattedrale di Napoli all’ uscita del feretro di Ornella Pinto. In Chiesa, per il distanziamento anti Covid ammesse meno di 200 persone. Parecchie decine, tra le quali colleghe della professoressa e residenti del rione Sanità, si sono trattenute all’ esterno.

Sempre per le norme anti Covid non possibile per i familiari accompagnare neanche per un breve tratto la bara. All’esterno abbracci e momenti di forte commozione tra familiari ed amici stretti di Ornella Pinto.

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.