Poggioreale. Donna di Giugliano porta la droga nelle scarpe al figlio detenuto, arrestata

Gli agenti della sezione investigativa della Polizia Penitenziaria del carcere di Poggioreale, diretti dal comandante Gaetano Diglio e coordinati dal commissario capo Antonio Sgambati hanno arrestato A.A., una donna di 70 anni residente nel campo Rom di Giugliano, poiché sorpresa a passare la droga al figlio detenuto. Attraverso un ingegnoso “vano” ricavato all’interno delle scarpe, la donna aveva occultato circa 50 grammi di hashish. Gli agenti hanno notato un anomalo scambio di scarpe tra la donna e il figlio. Credendo di non essere visti dagli operanti, sotto al tavolo della sala colloqui di Poggioreale, i due si sono scambiati le scarpe, certi di aver eluso il controllo dei baschi blu. Al termine del tempo destinato all’incontro con i familiari, l’uomo, A.G. è stato perquisito e trovato in possesso delle scarpe con all’interno la sostanza stupefacente. La donna 70enne è stata arrestata e accompagnata al carcere di Pozzuoli, in stato di fermo, in attesa della convalida. E’ accusata di spaccio aggravato.

Continua senza sosta, quindi, l’attività degli agenti per impedire l’introduzione di droga nel penitenziario napoletano. Nelle ultime settimane è stato sequestrato un cospicuo quantitativo di droga destinato alle celle della casa circondariale. Gli escamotage sono sempre più fantasiosi: dal panino alla carne, dalle scarpe agli insaccati sotto vuoto, ogni piccolo particolare viene attenzionato dagli agenti che non lasciano nulla al caso. Un argine importante che impedisce il proliferare del fenomeno di spaccio dietro le mura del carcere.