Napoli, resta senza corrente per una truffa e si fa luce con una candela: la casa va a fuoco

Immagine di repertorio

Attimi di paura questa notte a Napoli, in zona Rampe Brancaccio, non molto lontano da piazza del Plebiscito, dove un appartamento ha preso letteralmente fuoco a causa di un incendio. Fortunatamente sul posto sono immediatamente giunti i vigili del fuoco che hanno domato le fiamme. Non si registrano danni a persone o cose, tranne che all’appartamento interessato dal rogo, completamente distrutto.

La dinamica

Secondo una prima ricostruzione, sembrerebbe che l’incendio sia stato causato da una candela, accesa per illuminare la casa. Il proprietario dell’appartamento aveva infatti da poco subito una truffa, motivo per il quale era rimasto senza energia elettrica. Trovatosi così senza più luce in casa, l’uomo, in compagnia della moglie, si era adoperato con una candela, in modo da avere almeno un minimo di visibilità.

Le dichiarazioni di Francesco, il proprietario

“Una candela deve essere caduta e il centro tavola ha preso fuoco. Abbiamo provato a spegnere le fiamme con l’acqua ma ormai era troppo tardi”, racconta scosso a ‘Napoli Today’ il proprietario della appartamento Francesco Adesso. L’uomo, con un evidente disabilità a un braccio e una gamba, ha poi continuato: “Io ho pagato le mie bollette, ma la compagnia sostiene che io ho un’altra utenza in vico Solitaria per la quale dovrei pagare 790 euro. Ma quella persona non sono io, ho subito una truffa e hanno rubato la mia identità. Inoltre, io percepisco una pensione di invalidità di 280 euro e non potrei mai pagare questa somma”.