Nino D’Angelo sfida il terrore: concerto al Bataclan e appello per i napoletani scomparsi

Nino D’Angelo ha annunciato sulla sua pagina Facebook la nuova tappa del suo tour “Il Concerto 6.0”, che lo vedrà protagonista il prossimo 1 dicembre sul palcoscenico del Bataclan di Parigi. Sarà necessario il cuore dell’amatissimo cantante per affrontare umanamente un’esibizione presso la rinomata sala da café-concert della capitale francese, teatro del disastroso attacco terroristico che ha ucciso 128 persone nel 2015, considerato l’attentato più cruento in territorio francese dopo la seconda guerra mondiale.

La notizia del concerto ha superato in poco tempo il milione di visualizzazioni e generato un boom di like e condivisioni. L’artista, cursore della musica neo-melodica napoletana nel mondo, consolerà il pubblico francese col suo proverbiale spirito vitale e appassionato.

Il cantautore partenopeo è in classifica nelle statistiche musicali di YouTube tra i cinque italiani più visti dal 2014 ad oggi e il suo nuovo tour ha raggiunto il tutto esaurito ovunque sia in Italia che nel resto dell’Europa. In particolare, a Napoli, è stata fissata per il 19 maggio prossimo una seconda data al Palapartenope in seguito al soldout di quella precedente.

Il cantante partenopeo già nei giorni scorsi si era dimostrato sensibile intervenendo anche sul dramma che sta vivendo la famiglia di Antonio e Raffaele Russo e Vincenzo Cimmino, i tre napoletani scomparsi in Messico di cui non si hanno ormai più notizie dal 31 gennaio scorso. Via Facebook, infatti, anche Nino D’Angelo ha voluto esprimere solidarietà e vicinanza ai familiari: Napoletani scomparsi in Messico, il messaggio di Nino D’Angelo: Sono molto vicino alle famiglie dei tre napoletani spariti in Messico“, ha scritto sulla sua pagina social il noto artista partenopeo.