Non vuole fare i compiti, il padre lo picchia con il tubo dell’aspirapolvere: bambino di 6 anni in coma

Immagine repertorio
Il figlio di sei anni non fa i compiti, il papà per tutta risposta imbraccia l’aspirapolvere e usa il tubo metallico per picchiarlo talmente forte da ridurlo in coma. Una storia agghiacciante che avrebbe potuto rivelarsi ancor più drammatica se i vicini di casa non avessero trovato il piccolo privo di sensi e chiamato i soccorsi.

È accaduto a Iskenderun, città turca nella provincia di Hatay. Il bambino è stato portato in ospedale in condizioni critiche, con gravi ferite alla testa e al viso. Attualmente Mertcan, questo il suo nome, non è ancora fuori pericolo ed è attaccato ai macchinari.

Secondo la madre, Gulistan O., ex moglie dell’uomo che è stato arrestato, il bambino sarebbe stato colpito alla testa e al viso: “Ha picchiato suo figlio con un aspirapolvere solo perché non ha fatto i compiti. Aveva il corpo e la faccia piena di lividi. Quale padre è così crudele con il suo bambino?”.
Secondo quanto riferito, quando vivevano insieme, Mehmet Ali Y. la picchiava spesso. Avrebbe anche presentato una denuncia sul comportamento violento del marito, ma è stata minacciata di morte e per qusto motivo ha deciso di lasciarlo.