La cabina di regia dell’Iss e del Ministero della Salute oggi dovrebbe validare con i dati del monitoraggio (si attende per la seconda settimana di fila un indice Rt nazionale inferiore a 1) un nuovo cambio d’assetto per la Penisola. Misure che però per Piemonte, Lombardia e Toscana, entrerebbero in vigore solo domenica (il 13 dicembre) dopo la validazione del Cts e un’ordinanza del ministro Speranza.

Diversa la situazione di Campania e Calabria. Nonostante ve ne sarebbe formalmente la possibilità infatti, le due Regioni stanno facendo i conti ancora con «Troppe incertezze alla voce “resilienza del sistema sanitario”» come confermano dal Cts e dal ministero della Salute. Meglio essere prudenti quindi. Dello stesso avviso il governatore campano Vincenzo De Luca che avrebbe concordato con la Sanità il passaggio in zona gialla solo dal 20/21 dicembre (smentendo «le impressioni» del sindaco di Napoli Luigi De Magistris).

La stretta di De Luca

Controlli rigorosi nelle principali stazioni ferroviarie della Campania e all’aeroporto di Capodichino e divieto di spostamento, per il periodo festivo, nelle seconde case anche in ambito regionale.E’ quanto previsto da un’ordinanza del governatore della Campania, Vincenzo De Luca, che sarà pubblicata oggi.
“Sulla linea della prevenzione e del rigore, al fine di evitare quanto più possibile il contagio, e al fine di limitare al massimo la mobilità in generale e fra i Comuni, viene approvata oggi un’ordinanza firmata dal Presidente Vincenzo De Luca, per stabilire, da questo fine settimana, controlli rigorosi nelle principali stazioni ferroviarie della Campania e all’aeroporto di Capodichino, per un’operazione di prevenzione e monitoraggio, che consenta anche di individuare persone in movimento senza motivazioni o con sintomi”, si legge in un’anticipazione. “È indispensabile avere oggi rigore e senso di responsabilità per evitare situazioni drammatiche già dal mese di gennaio., si sottolinea. (ANSA).

Scende, in Campania, la percentuale casi positivi- tamponi esaminati.

Secondo quanto rende noto l’Unità di crisi della Regione Campania, nelle ultime 24 ore sono 1.198 i positivi – 99 sintomatici – su 14.106 tamponi.Il che significa che la percentuale è pari a 8,49%; ieri era 8,57%.   Ventinove i decessi nelle ultime 24 ore e altri ventinove morti nei giorni scorsi ma registrati ieri. I guariti, invece, sono 2.189.
Quanto ai posti di terapia intensiva occupati, risultano 140 su 656 disponibili; i posti di degenza, invece, occupati sono 1789 su 3160 disponibili, tra posti letto Covid ed offerta privata.

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.