Vendeva orologi “pezzottati” per 1000 euro, napoletano nei guai: “Bravi poliziotti, mi avete preso”

“Compra questo orologio, costa 1200 franchi svizzeri. Oppure puoi farmi un pieno alla macchina”. Una singolare modalità di vendita, quella adottata da un napoletano di 34 anni, che approcciava così i ‘clienti’ in via Veneto a Piacenza. Un passante che ha intercettato questo dialogo ha richiesto l’intervento della polizia: gli agenti hanno fermato il 34enne, che al loro arrivo si era allontanato, vicino a un distributore di benzina all’uscita della città. Portato in caserma, l’uomo, residente a Napoli con diversi precedenti, ha detto di essere in regola avendo il certificato di vendita di 10 orologi, di marca Zcc, rilasciato da un rivenditore cinese proprio nel capoluogo campano, che non ha saputo però esibire agli agenti. Gli orologi, che secondo il 34 enne avevano un valore di 1200 franchi svizzeri (1100 euro) ciascuno, sono stati invece valutati pari a 20-40 euro l’uno.

Nel suo bagagliaio è stato trovato anche un coltello, del quale l’uomo non ha saputo spiegare la provenienza, giustificandosi di avere preso l’auto, una Jeep Renegade, a noleggio. Il 34 enne è stato denunciato per tentata truffa; gli orologi e il coltello sono stati sequestrati.