Parti durante le feste e temi i disagi dei grandi esodi? Scopri come stare al sicuro e richiedere l’indennizzo di volo per ritardi e cancellazioni

Arrivano le feste, tempo di viaggi e di voli aerei. Le lunghe settimane natalizie sono un periodo in cui molti di noi approfittano per fare un viaggio, magari anche intercontinentale, visitando mete esotiche da cui salutare l’inizio del nuovo anno.

 

Complice anche l’alto numero di persone che si muove in questo periodo dell’anno, l’aeroporto di Napoli si trasforma in un caotico viavai di persone in preda all’apprensione. Alla normale agitazione per un viaggio, si aggiungono, purtroppo spesso, fastidiosi disagi duranto il viaggio, legati soprattutto a disguidi con i voli.

 

Ritardi, cancellazioni, overbooking diventano parole comuni in questi giorni e così anche i fastidi subiti dai viaggiatori. Per evitare che anche le vacanze si trasformino un incubo di disagi e noie, meglio partire preparati e all’evenienza saper affermare i propri diritti di viaggiatore, magari con l’aiuto di società come No Problem Flights.

 

La Carta dei Diritti del Passeggero

Questo documento ufficiale ratificato dall’Unione Europea è stato progettato per salvaguardare i diritti dei passeggeri. Chiunque voglia tutelare i propri diritti in seguito a disagi dovuti ad inadempienze da parte di compagnie aeree può consultare questa guida redatta dall’Enac, ovvero l’Ente Nazionale per l’Aviazione Civile, che provvede ad applicare sul territorio italiano il Regolamento Europeo n. 261 del 2004.

 

Con la Carta dei Diritti del Passeggero si sancisce per legge le responsabilità delle compagnie aeree e le modalità di rimborso dei passeggeri.

 

L’ultima versione del documento risale al 2010 ed ha stabilito, tra le altre cose, nuove normative rispetto ai passeggeri diversamente abili, che devono essere assistiti prioritariamente, e altre importanti indicazioni per garantire la trasparenza delle tariffe applicate dalle compagnie.

 

Cosa succede se cancellano il mio volo?

Passiamo alle problematiche reali dei passeggeri, ossia: ma se cancellano il mio volo, cosa succede? E cosa posso fare?

 

Ci sono vari motivi per cui una compagnia aerea può cancellare il volo aereo previsto.

Ci sono i cosiddetti casi di forza maggiore come il maltempo, in cui la compagnia è obbligata a cancellare il volo, oppure durante le giornate di agitazione pubblica, come gli scioperi del personale, in cui non vi è altra scelta se non cancellare i voli.
In questi due casi specifici, le compagnie aeree sono tenute a offrire assistenza ai passeggeri, a dare comunicazione delle modifiche del viaggio, e, nel caso del maltempo, anche a offrire la riprotezione su un altro volo.

 

Se invece il volo viene cancellato per motivi direttamente imputabili alla compagnia aerea, oltre ai diritti di base, cioè assistenza e riprotezione su altro volo, si aggiunge anche la richiesta di rimborso volo.
Le quote per gli indennizzi destinati ai passeggeri sono state prestabilite dalla UE e vengono calcolate sulla base della distanza rispetto all’aeroporto di destinazione.

Entro i 1500 km si possono ottenere 250 € di indennizzo, tra 1500 km e 3500 km spettano al passeggero 400 €, mentre per le tratte superiori ai 3500 km spettano 600€.

Come si ottiene l’indennizzo in caso di volo in ritardo?

Se il vostro volo è in ritardo, ci sono vari elementi da considerare prima di poter inoltrare una domanda di indennizzo. Anche in questo caso valgono le condizioni di forza maggiore valide per le cancellazioni; quindi fondamentali sono, come sempre, le ragioni del ritardo, se dipendenti o meno dalla compagnia aerea.

 

Il ritardo di volo, causato da problematiche della compagnia aerea, per essere indennizzabile dev’essere di almeno tre ore. In questo caso, la compagnia deve garantire assistenza (pasti e servizi) ed elargire un indennizzo pecuniario.

Quando il ritardo del volo supera le 5 ore, il passeggero ha diritto anche al rimborso del biglietto non utilizzato.

In entrambi i casi, l’indennizzo è stabilito nelle quote fissate dall’UE sulla base dei km di percorrenza del viaggio.

 

Cosa fanno società come No Problem Flights

 

No Problem Flights è formata da un team di professionisti del campo legale pronti a dare assistenza concreta ai passeggeri che hanno subito disagi con le compagnie aeree. Ciò significa verificare l’effettiva possibilità di rimborso o indennizzo di volo e, in caso positivo, gestire l’intera pratica fino all’avvenuto riconoscimento di esso.

 

Se ci avete già provato in passato, saprete che interfacciarsi con il servizio di assistenza delle compagnie aeree non è semplicissimo. Individuare il numero corretto, trovare staff che parli la propria lingua, ottenere una risposta circostanziata, non è decisamente scontato.

In più, per inoltrare richiesta di rimborso o indennizzo, bisogna avere una PEC, di cui non tutti dispongono.

 

Per questo il team di No Problem Flights, che da anni lavora a contatto con gli uffici amministrativi di tutte le compagnie aeree, riesce a velocizzare le operazioni e sostenere il passeggero nell’esperienza, ottenendo il giusto indennizzo per i suoi clienti in maniera veloce e trasparente.