Partono da Napoli e rubano un orologio Hublot 'pezzotto', 2 arresti
Partono da Napoli e rubano un orologio Hublot 'pezzotto', 2 arresti

Partono da Napoli e rubano un orologio Hublot ‘pezzotto’, 2 arresti. Ieri, la Polizia di Stato arrestava due napoletani di 48 e 33 anni per rapina. Indagini svolte sotto la direzione della Procura della Repubblica per contrastare il fenomeno delle rapine di orologi di pregio in danno di automobilisti, consumate da soggetti a bordo di motoveicoli. Ieri mattina i due uomini sono stati attenzionati dagli agenti della 5^ sezione Antirapina della Squadra Mobile attraverso l’ausilio di strumenti di rilevazione GPS.

COME HANNO AGITO I DUE RAPINATORI DI OROLOGI

Dopo aver percorso alcune vie della periferia di Milano i due rapinatori individuavano la vittima. Quest’ultima tornava nella sua abitazione in via Paravia a bordo della sua autovettura. Non appena la vittima ha fatto ingresso nel condominio dove risiede i due l’hanno raggiunta a piedi minacciandola, armati di pistola, di consegnare l’orologio che aveva al polso, rivelatosi la replica di Hublot Big Beng il cui originale ha un valore di circa 22mila euro, impossessandosene dopo una colluttazione con la vittima.

Una volta rientrati all’interno del B&B in cui alloggiavano, sono stati bloccati dai poliziotti e trovati in possesso dell’orologio rapinato. Inoltre, oltre agli scooter utilizzati, di dubbia provenienza non potendosene rilevare il numero di telaio poiché abraso, rinvenute diverse targhe adesive. Tra queste c’era quella applicata nel corso della rapina e segnalata da un testimone.

RITROVATE LA PISTOLA

All’interno di uno scooter sono state rinvenute, altresì, la pistola utilizzata, una scacciacani marca Bruni replica di una Walther PPK, con tappo verniciato di nero, e due radio ricetrasmittenti. Le indagini, condotte dagli agenti della Squadra Mobile di Milano, permettevano di risalire, approfondendo episodi di rapine violentissime consumate nei mesi scorsi, sempre ricorrendo all’uso di armi, ad uno scooter utilizzato dalla banda e di rintracciarlo nei pressi di un B&B in zona Barona.

La tecnica sempre la stessa. Percorrere su due scooter le strade più trafficate e, una volta individuata la vittima, attendere il momento in cui la stessa arrestasse la marcia per poterla aggredire con violenza minacciando con la pistola le vittime. Talvolta ingaggiando una colluttazione con la stessa per strappare l’orologio dal polso.

I NOMI DEGLI ARRESTATI

L’Hublot Big Beng da 22mila euro che la vittima aveva al polso altro non era ‘pezzotto’. I due arrestati sono Giuseppe Pica, 48 anni, e Mariano Conte, 33 anni, hanno alle spalle una lunga fila segnalazioni proprio per furti di orologi.

IL VIDEO

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.