PEC: perché è importante averla

La posta elettronica certificata, generalmente indicata con l’acronimo PEC è uno strumento sempre più utilizzato non solo dai lavoratori ma anche dai soggetti privati. Tale sistema di comunicazione viene utilizzato solo in pochi stati e uno dei suoi scopi principali è quello di garantire una comunicazione sicura e rapida con gli uffici che creano la Pubblica Amministrazione, e non solo. La PEC infatti può essere utilizzata anche per inviare documenti a professionisti o a delle aziende che esigono di essere contattate sulla propria casella di posta elettronica certificata. Mediante la PEC mail è possibile inviare dei veri e propri messaggi certificati, o più precisamente, con valore legale spendendo pochi euro all’anno. Perché conviene avere una posta elettronica certificata Da un punto di vista strettamente normativo è sicuramente possibile affermare che, almeno per ora, solo alcuni soggetti sono obbligati a possedere una casella di posta elettronica certificata, si pensino ad esempio agli avvocati, i notai, le società che hanno l’obbligo di essere iscritte nel registro delle imprese ecc. Tuttavia i vantaggi di una PEC mail  spinge anche moltissimi privati ad attivarne una, anche se non sono obbligati da nessuna legge o regolamento. Tra i vari vantaggi che comporta possedere una casella di posta elettronica certificata è possibile sicuramente annoverare il non doversi più recare fisicamente presso uno sportello postale per inviare la classica raccomandata con relata di notifica. La mail PEC infatti ha il medesimo valore della raccomandata A/R con la grandissima differenza che per inviarla non occorre uscire di casa e non occorre attendere qualche giorno per compiere la sua finalità. La mail inoltrata a mezzo PEC è immediata e appena il destinatario la riceve, il software automaticamente genererà una notifica di avvenuta consegna. Tutto questo ovviamente è sinonimo di estremo garantismo, non a caso le mail inviate mediante posta elettronica certificata possono essere opposte a terzi anche nelle more di un processo. Inoltre è doveroso considerare anche il risparmio non solo di tempo ma anche di denaro, inviare un messaggio PEC non ha nessun costo, è come se si stesse inviando una comunissima mail mediante una comune casella di posta elettronica. Ovviamente ha un costo attivare la propria casella, in genere si tratta di pochi euro annui, ma una volta sostenuta tale spesa non è necessario pagare per inviare le singole mail. Cosa è possibile fare mediante una PEC Sono diversi gli usi che si possono fare della propria PEC, oltre ad inviare messaggi con valore legale ad esempio, è possibile anche richiedere documenti, informazioni alla Pubblica Amministrazione. In genere può essere utilizzata tutte le volte in cui si ha intenzione di dichiarare formalmente un determinato fatto che avrà successivamente valore legale come ad esempio mettere in mora il proprio debitore, o renderlo edotto che non si ha più interesse ad un suo adempimento tardivo. Un altro utilizzo importante della propria casella PEC è iscriversi ad un concorso pubblico, da anni infatti uno dei requisiti fondamentali per potersi iscrivere ad una procedura concorsuale ad evidenza pubblica è essere in possesso di un proprio indirizzo PEC mail.

La posta elettronica certificata, generalmente indicata con l’acronimo PEC è uno strumento sempre più utilizzato non solo dai lavoratori ma anche dai soggetti privati. Tale sistema di comunicazione viene utilizzato solo in pochi stati e uno dei suoi scopi principali è quello di garantire una comunicazione sicura e rapida con gli uffici che creano la Pubblica Amministrazione, e non solo. La PEC infatti può essere utilizzata anche per inviare documenti a professionisti o a delle aziende che esigono di essere contattate sulla propria casella di posta elettronica certificata. Mediante la PEC mail è possibile inviare dei veri e propri messaggi certificati, o più precisamente, con valore legale spendendo pochi euro all’anno.

Perché conviene avere una posta elettronica certificata

Da un punto di vista strettamente normativo è sicuramente possibile affermare che, almeno per ora, solo alcuni soggetti sono obbligati a possedere una casella di posta elettronica certificata, si pensino ad esempio agli avvocati, i notai, le società che hanno l’obbligo di essere iscritte nel registro delle imprese ecc. Tuttavia i vantaggi di una PEC mail  spinge anche moltissimi privati ad attivarne una, anche se non sono obbligati da nessuna legge o regolamento.

Tra i vari vantaggi che comporta possedere una casella di posta elettronica certificata è possibile sicuramente annoverare il non doversi più recare fisicamente presso uno sportello postale per inviare la classica raccomandata con relata di notifica. La mail PEC infatti ha il medesimo valore della raccomandata A/R con la grandissima differenza che per inviarla non occorre uscire di casa e non occorre attendere qualche giorno per compiere la sua finalità. La mail inoltrata a mezzo PEC è immediata e appena il destinatario la riceve, il software automaticamente genererà una notifica di avvenuta consegna. Tutto questo ovviamente è sinonimo di estremo garantismo, non a caso le mail inviate mediante posta elettronica certificata possono essere opposte a terzi anche nelle more di un processo.

Inoltre è doveroso considerare anche il risparmio non solo di tempo ma anche di denaro, inviare un messaggio PEC non ha nessun costo, è come se si stesse inviando una comunissima mail mediante una comune casella di posta elettronica. Ovviamente ha un costo attivare la propria casella, in genere si tratta di pochi euro annui, ma una volta sostenuta tale spesa non è necessario pagare per inviare le singole mail.

Cosa è possibile fare mediante una PEC

Sono diversi gli usi che si possono fare della propria PEC, oltre ad inviare messaggi con valore legale ad esempio, è possibile anche richiedere documenti, informazioni alla Pubblica Amministrazione. In genere può essere utilizzata tutte le volte in cui si ha intenzione di dichiarare formalmente un determinato fatto che avrà successivamente valore legale come ad esempio mettere in mora il proprio debitore, o renderlo edotto che non si ha più interesse ad un suo adempimento tardivo. Un altro utilizzo importante della propria casella PEC è iscriversi ad un concorso pubblico, da anni infatti uno dei requisiti fondamentali per potersi iscrivere ad una procedura concorsuale ad evidenza pubblica è essere in possesso di un proprio indirizzo PEC mail.