10.8 C
Napoli
sabato, Gennaio 22, 2022
- Pubblicità -
- Pubblicità -

Sting suonerà a Napoli, arriva la conferma dopo la polemica sui costi


Il 30 luglio prossimo si concluderà a Napoli l’undicesima edizione del Napoli Teatro Festival Italia 2018. La chiusura annuale della rassegna artistica internazionale avrà luogo nel capoluogo partenopeo, all’ETES Arena Flegrea, la più rinomata location per concerti e spettacoli all’aperto del sud Italia.

L’evento che suggellerà la fine del festival sarà un concerto di Sting, compositore, autore, attore, filantropo e attivista, originario della periferia di Newcastle (Inghilterra). Il cantante è stato ospitato questo mese al 68esimo Festival di Sanremo ed ha fatto scoppiare le polemiche nei giorni scorsi. «Non è possibile ripagare, con la sola vendita dei biglietti, la spesa per la realizzazione di un evento di tale portata» ha dichiarato Assomusica, che rappresenta i promoter campani i quali si chiedono «Su quale coinvolgimento possa avere il Napoli Teatro Festival, che realizza con fondi pubblici la sua manifestazione, nel supportare un evento organizzato da un privato con fondi propri».

L’Assomusica ha minacciato di presentare un esposto presso le sedi competenti per tutelare la propria categoria, mentre la Fondazione Campania dei Festival ha tentato di frenare le polemiche precisando la mancata conferma dell’evento. La posizione più decisa è stata quella dello staff dell’Arena Flegrea, che ha evidenziato invece l’intesa trovata tra la pubblica amministrazione e l’impresa privata al fine di garantire l’evento alla città.

Contrariamente alla conclusione negativa delle polemiche di due anni fa, riguardo alla partecipazione dell’attore Al Pacino cancellata a causa di una richiesta troppo pretenziosa per il cachet e dello scandalo riguardante l’uso del denaro dei contribuenti, la data napoletana del poli-strumentista britannico è stata confermata pubblicamente dallo stesso, sul suo sito. I biglietti, infatti, sono già stati messi a disposizione in anteprima per il fan club ufficiale del cantante dalle ore 10.00 di martedì 13 febbraio (per 24 ore), mentre la messa in vendita generale è partita mercoledì 14 febbraio alle ore 11.00 sui circuiti ETES, Ticketmaster e Ticketone.

Il cantautore prese il suo celebre nome d’arte “Sting” (abbreviazione di “stinger”, cioè “colui che punge”) che significa “pungiglione”, da Gordon Solomon, componente dei Jazzman (band nella quale suonava in gioventù), perchè indossava spesso una maglietta a strisce nere e gialle. Successivamente all’uscita del primo album da solista “The dream of blue turtles”, che comprende il singolo “If you love somebody set me free”, diventato tre volte disco di platino, e alla presentazione di “Nothing like the sun”, riconosciuto come uno degli album più importanti rock degli anni ottanta, l’artista inglese vinse 10 Grammy Awards, 2 Brits, 1 Golden Globe, 1 Emmy e riceve 4 nomination agli Oscar. Nel 1976, a Londra, “colui che punge” incontrò il batterista Stewart Copeland e il chitarrista Henry Padovani, con i quali formò il gruppo rock/pop dei The Police. La band pubblicò 5 album in studio e vinse 6 Grammy Award e 2 Brits Awards, diventando uno dei gruppi più amati e osannati della storia. Nell’arco della sua carriera, Sting ha venduto circa 100 milioni di dischi, oltre ad aver recitato in più di 15 film e scritto musiche e testi per il musical di Broadway, “The last Ship”.

 

 

 

 

 

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.

- Pubblicità -
- Pubblicità -spot_img

Ultime Notizie

Doppia ricarica del Reddito di Cittadinanza a gennaio, in arrivo contributo e assegno

Alla luce della proroga dell'assegno unico temporaneo è stato confermato il doppio pagamento a gennaio sulla card del Reddito...
- Pubblicità -

Nella stessa categoria