Caso Insigne, il fratello attacca Ancelotti e poi si ‘nasconde’: «Non ha le pa**e!»

Nel Napoli è scoppiato ufficialmente il caso Insigne. Il post pubblicato e rimosso poco dopo dal fratello del capitano azzurro, conferma che la situazione all’interno dello spogliatoio è tutt’altro che sotto controllo. La tribuna in terra belga farà discutere per settimane e le parole nel post gara di Carlo Ancelotti non sono bastate per placare gli animi. Anzi, a leggere lo sfogo di Gennaro Insigne su Instagram, le spiegazioni del mister sembrerebbero però aver gettato benzina sul fuoco.

“Nemmeno le pa**e di dire la verità – ha scritto il più grande dei fratelli Insigne – Un gol e un assist ogni 63 minuti. Giusto è poco brillante”. Parole che non lasciano spazio ad interpretazioni e che hanno un solo destinatario: Carlo Ancelotti.

Ieri poco prima dell’inizio del match di Champions, poco dopo l’ufficializzazione dell’undici titolare e delle 7 riserve, avevamo dato in anteprima la notizia dello scontro tra Ancelotti ed Insigne, che aveva poi portato l’allenatore di Reggiolo a mandare in tribuna il capitano.

Nervi tesi evidenziati anche dal volto scuro dell’attaccante durante il riscaldamento pre partita dei suoi compagni di squadra e dalle parole poco convincenti di Ancelotti in sala stampa.

Definire “poco brillante”, Insigne dopo aver praticamente annunciato il suo impiego al termine del match di campionato con il Brescia, è il segnale che qualcosa tra i due non è poi così saldo stato e si dovrà lavorare non poco per ristabilire quel feeling, già messo a dura prova più volte nella seconda parte della scorsa stagione.