Un’inseguimento conclusosi con un arresto. Quello effettuato dagli uomini dell’Ufficio Prevenzione generale giunti in via dell’Abbondanza per la segnalazione di quattro persone a bordo di un’auto che si aggiravano con atteggiamento circospetto tra i veicoli in sosta. I poliziotti hanno intercettato l’autovettura in via Zuccarini dove il conducente, alla loro vista, ha proseguito la corsa nonostante gli fosse stato intimato l’alt; ne è nato un breve inseguimento terminato in via Vicinale Tavernola a San Pietro dove il mezzo, dopo aver impattato contro un palo della segnaletica stradale, ha terminato la sua corsa.

Gli occupanti si sono dati alla fuga a piedi ma due di essi, tra cui il conducente, sono stati raggiunti e bloccati; inoltre, gli operatori hanno rinvenuto, all’interno dell’autoveicolo, quattro grammi di marijuana. I due, napoletani di 16 e 17 anni, sono stati denunciati per resistenza a Pubblico Ufficiale, lesioni e danneggiamento dei beni della Pubblica Amministrazione, nonché sanzionati amministrativamente per detenzione di sostanza stupefacente per uso personale ed affidati ai genitori; al conducente è stata altresì contestata una violazione del Codice della Strada per guida senza patente. Inoltre, in quei frangenti diversi residenti hanno tentato di ostacolare l’attività degli operatori e un uomo li ha aggrediti con calci e pugni danneggiando le auto di servizio fino a quando, non senza difficoltà, è stato bloccato. Francesco Ioio, 26enne napoletano del lotto G, è stato arrestato per lesioni e resistenza a Pubblico Ufficiale e denunciato per danneggiamento aggravato dei beni della Pubblica Amministrazione.

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.