Processo agli americani che hanno ucciso il vicebrigadiere Mario Cerciello, udienza subito sospesa

In un’aula gremita è cominciato il processo per l’omicidio del vicebrigadiere Mario Cerciello Rega. In aula i due ragazzi americani accusati dell’omicidio, Gabriel Natale Hjoth e Finnegan Lee Elder. A chiedere di essere ammessi come parti civili, Rosa Maria, vedova del vicebrigadiere e presente all’udienza, il fratello, la sorella e il padre del militare ucciso lo scorso luglio, oltre a diverse associazioni e al ministero della Difesa e al Viminale.

A chiedere di essere ammesso come parte civile anche Andrea Varriale, il carabiniere che era con la vittima la notte tra il 25 e il 26 luglio. L’udienza è stata sospesa su richiesta delle difese che volevano esaminare gli statuti delle associazioni che hanno chiesto l’ammissione.