Una puzza tremenda ha invaso ieri il comprensorio giuglianese. In molti si sono visti costretti a chiudersi dentro per non sentire la puzza. “Basta, non ce la facciamo più. Bisogna fare qualcosa”, il grido comune sui social. Già ieri sera il sindaco di Giugliano Nicola Pirozzi, insieme ad alcuni attivisti, si è recato presso la caserma dei Carabinieri per sporgere denuncia. E dalle prime ore dell’alba la Polizia municipale di Giugliano sta controllando tutti i mezzi che trasportano rifiuti e che arrivano sul nostro territorio per scaricare allo Stir di Giugliano.

“Difenderemo, come promesso, Giugliano dall’ennesimo tentativo di saccheggio. Questa volta, peró, hanno fatto male i conti. Non troveranno come in passato un’amministrazione complice. Ma troveranno pane per i loro denti. Vi terró aggiornati passo dopo passo”, dichiara il sindaco Pirozzi, che ieri ha indetto la conferenza stampa riguardo l’ipotesi di ospitare rifiuti da parte del sindaco della città Metropolitana Luigi De Magistris.

“A Giugliano ancora una volta ci sono i nemici della città che speculano, alzano polveroni dopo aver svenduto il territorio, e chi, al contrario, lavora per difenderlo.

Loro hanno autorizzato gli impianti che trattano rifiuti e poi si lamentano se in città ci mandano i rifiuti con dichiarazioni offensive anche per l’intelligenza dei cittadini.

Al Comune saranno presenti al nostro fianco tutti i sindaci dei Comuni che vivono come noi il dramma di scelte scellerate legate al tema ambientale. Vedere al fianco della nostra città tanti sindaci pronti a dare battaglia ed a sostenere la nostra mobilitazione è un valore aggiunto ed anche una lezione per chi a Giugliano si sta limitando solo a speculare, ad offendere e ad azioni di sciacallaggio”.

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.