Limitato l’account Twitter di Libero Quotidiano. ”Non me ne frega un caz… Noi siamo come Trump, va bene. Io ritengo che twitter sia guidato da una banda di poveri ignoranti che non capiscono le parole, penso possano avere interpretato male alcuni interventi. Mi fa anche piacere sottolineare la loro ignoranza. Sono cose incredibili! Ma penso anche che twitter abbia tutto il diritto di censurare, è un privato e i privati fanno quello che vogliono. C’è una ignoranza dominante e una stupidità senza freni che comanda. Libero come Trump!”. Lo ha detto all’Adnkronos Vittorio Feltri direttore editoriale di ‘Libero’ commentando la segnalazione ”per attività sospette” dell’account di Libero da parte di Twitter, con l’alert che appare sul canale social ‘Attenzione: questo account è temporaneamente limitato’.

Da lunedì sera, sul social network, chiunque provi ad accedere all’account del quotidiano si trova dinanzi all’allert: account limitato. Non sono chiare le violazioni riscontrate. Tra le ipotesi vi sono titoli che spesso hanno scatenato l’indignazione dei lettori. In queste ore è in corso un vero e proprio giro di vite sui social, non senza polemiche. In molti infatti contestano una sorta di censura, altri invece ritengono giusto oscurare account che non rispettano le regole della community.

Il profilo twitter del quotidiano, in realtà, non è stato bloccato. Gli utenti, infatti, possono ugualmente accedere all’account dopo aver letto il messaggio di limitazioni.

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.