Raid vandalico alla ‘Birreria’, vetri in frantumi e due minori denunciati

Ancora un raid vandalico al centro commerciale ‘La Birreria’ di Miano. Ancora una volta l’illegalità e la mancanza di regole hanno a che fare con minori: tante, troppe le segnalazioni giunte in queste settimane contro le bande di giovanissimi che stazionano all’interno e all’esterno del centro. In molti casi infastidendo coetanei e famiglie. Ieri per due di loro è scattata una denuncia. Protagonisti un 14enne e un 13enne che hanno danneggiato una porta d’ingresso (con vetro blindato) e le vetrate degli uffici della direzione del centro commerciale. I due sono stati prontamente bloccati dalla vigilanza che ha subito allertato gli uomini del commissariato di Scampia (diretto da Giovanni Mandato) giunti in ausilio. I due minori sono stati riaffidati ai genitori mentre il responsabile della struttura ha denunciato l’accaduto. I familiari del maggiore dei due si sono così visti recapitare una denuncia per danneggiamento.

L’aggressione l’estate scorsa alla ‘Birreria’

L’ultimo episodio relativo a giovanissimi al centro ‘La Birreria’ si era avuto lo scorso anno. Alcuni agazzini sono stati accerchiati e picchiati da un branco di sette-otto coetanei che hanno iniziato a picchiarli minacciandoli anche con dei coltelli. L’episodio fu descritto in un messaggio, inoltrato alla redazione, in cui si raccontava quanto avvenuto nel parco commerciale dell’area nord.

«Mio nipote di appena 13 anni è stato preso di mira da un gruppo di bulli composto da 7-8 ragazzi che prima hanno minacciato lui e i suoi fratelli dicendo che entro stasera sarebbero morti poi li hanno accerchiati e hanno preso a calci e pugni mio nipote. Solo grazie all’intervento del fratello è riuscito a salvarsi e si è messo a gridare chiedendo aiuto ad alcuni ragazzi che erano lì. Il branco poi è fuggito via».
Per seguire tutte le notizie collegati al nostro sito oppure vai sulla nostra pagina Facebook.