Rapina al centro scommesse, 18enne incastrato dai vestiti

Colpo in un centro scommesse di Gragnano: il giorno dopo finisce in carcere. Ha appena 18 anni Catello Manuel Spagnuolo, stabiese, già con precedenti penali e figlio di Nino Manuel, alias «capa storta» pluripregiudicato affiliato al clan D’Alessandro di Castellammare ed attualmente detenuto perché accusato di estorsione aggravata dal metodo mafioso.

Come riportato dal Mattino i carabinieri della compagnia di Castellammare di Stabia hanno accertato che il giovane Spagnuolo avrebbe fatto irruzione in un centro scommesse e, armato di una pistola, si sarebbe fatto consegnare l’incasso della giornata, poco sotto i mille euro. Sarebbe peró stato riconosciuto dai suoi vestiti nel corso di una perquisizione presso la sua abitazione.