La Guardia di Finanza di Cecina (Livorno) ha scoperto, in collaborazione con l’Inps, che un 37enne del posto non ha dichiarato né le vincite da giochi online per oltre 640.000 euro conseguite in tre anni, né 22.500 euro ricavati dalla vendita della porzione di un appartamento ricevuta in eredità ma, nonostante ciò, ha percepito il reddito di cittadinanza per un importo di 5.690 euro tra il 2019 e il 2020.

La denuncia

Per l’uomo è scattata la denuncia alla procura di Livorno per ‘indebita percezione’ del reddito di cittadinanza e segnalato all’Inps per l’irrogazione della sanzione amministrativa di revoca o decadenza del beneficio nonché per il recupero delle somme.

Denunciato alla stessa maniera, sempre a Cecina, un 64enne siciliano che nel 2019 ha dichiarato, falsamente, di essere residente in Italia da almeno 10 anni. Di cui gli ultimi due in modo continuativo, mentre invece i finanzieri hanno scoperto che dal 1997 al giugno 2018 l’uomo era residente in Marocco. Percependo, intanto, il reddito di cittadinanza per un importo pari a 15.000 euro.

PER RESTARE SEMPRE INFORMATO SULL’EMERGENZA CORONAVIRUS, VAI SU INTERNAPOLI.IT O VISITA LA NOSTRA PAGINA FACEBOOK

Pubblicità