I matrimoni al tempo del Covid-19: «200 invitati? Una cerimonia con i parenti e una con gli amici»

matrimoni

I matrimoni al tempo del Covid-19: «200 ospiti? Una festa con i parenti e una con gli amici». Si è tenuta  a Palazzo Santa Lucia una riunione con i presidenti delle Camere di Commercio della Campania e con i rappresentanti degli operatori del settore “wedding“. Nel corso dell’incontro sono state affrontate le problematiche relative alla possibilità di far riprendere le attività. Si lavorerà in questi giorni, direttamente con la categorie interessate, per arrivare a una ripresa, con le necessarie prescrizioni, nella prossima metà del mese di giugno.​

In Campania, ad esempio, Assocastelli, l’associazione delle dimore storiche ma anche alberghi dediti alle nozze, stima un movimento di denaro di due miliardi l’anno tra location, catering, fotografi, regali, bomboniere, estetiste, parrucchieri e stilisti.
  “Serve subito un protocollo -dice Stefano Sgueglia, leader di Assocastelli all’Ansa- il 15 giugno è tardi, per organizzare matrimoni ci vuole almeno un mese. Noi siamo già pronti con il distanziamento dei tavoli e possiamo dividere in due giorni i matrimoni affollati: se hai 200 ospiti farai un giorno la cerimonia con 100 parenti e il giorno dopo con 100 amici”.

L’ok ai matrimoni potrebbe arrivare per la prima metà di giugno

Ad annunciarlo è il governatore della Campania. Sui suoi social ufficiali Vincenzo De Luca, dopo una riunione a Palazzo Santa Lucia, ha detto: “Si è tenuta a Palazzo Santa
Lucia una riunione con i presidenti delle Camere di Commercio della Campania e
con i rappresentanti degli operatori del settore “wedding”. Nel corso dell’incontro
– continua il Presidente della Campania – sono state affrontate le problematiche
relative alla possibilità di far riprendere le attività. Si lavorerà in questi giorni,
direttamente con la categorie interessate, per arrivare a una ripresa, con le
necessarie prescrizioni, nella prossima metà del mese di giugno”.

Una buona notizia per tutto il settore dei matrimoni e non solo. Nel frattempo non si
fermano i “matrimoni anti-Coronavirus“, anche se i festeggiamenti sono
rinviati a data da destinarsi.

Per seguire tutte le notizie collegati al nostro sito oppure vai sulla nostra pagina Facebook