Scomparso nei vicoli di Napoli, l’appello della mamma di Salvatore a Chi l’ha visto: «Non dovete dormire la notte»

Sono passati 6 anni e di Salvatore Tarantino non si sa ancora nulla. Aveva 24 anni quando il giovane è scomparso. Salvatore gestiva un proprio bar a Napoli, in via Santa Lucia, e abitava con la moglie e una figlia in provincia, a Cercola. Lunedì 2 dicembre 2013, intorno alle 14, ha lasciato il lavoro per andare a riscuotere l’affitto di un altro bar, di proprietà della sua famiglia, a poche centinaia di metri dal suo.

Alle 14:30 la moglie lo ha chiamato, ma lui ha interrotto la conversazione dopo pochi secondi dicendo “aspetta… aspetta…”. Dai rumori di fondo è sembrato che si trovasse in un luogo molto affollato. La moglie lo ha aspettato invano al bar fino a sera ed era in attesa della loro seconda figlia. Il suo cellulare ha continuato a squillare a vuoto fino al mattino seguente. La sua Ranault Clio grigia era regolarmente parcheggiata, all’interno il borsello vuoto. Mancavano il portafoglio e il cellulare. Ieri la mamma di Salvatore ha lanciato l’ennesimo appello durante la trasmissione Chi l’ha Visto. “Sto perdendo la calma. Fatemi sapere mio figlio dove sta. Se avete fatto del male a mio figlio non dovete dormire la notte. La testa sul cuscino non la dovete mettere perchè a me avete rovinato la vita. Avete tolto un pezzo dal mio cuore.

Che fine ha fatto Salvatore? Sia la moglie Giusy che mamma Carla, sono convinte che qualcuno tra i vicoli dello storico quartiere partenopeo, gli abbia fatto del male.

Inoltre la mamma alle telecamere di Chi l’ha visto dichiara che il figlio aveva avuto problemi con alcuni soggetti, e “qualcuno pretendeva soldi da mio figlio”. Poi la donna parla di alcuni problemi con la compagna del papà. Insomma tanti misteri che infittiscono il caso. La mamma e la moglie non escludono alcuna pista. Non perdono la speranza di poterlo ritrovare vivo anche se non escludono che qualcuno gli possa aver fatto del male. Ma dov’è il corpo di Salvatore? Tanti interrogativi che ad oggi la famiglia di Salvatore tenta di dar risposta