Social scatenati contro la pizza di Cracco: “Quella non è una Margherita”

Singolare polemica questa mattina sui social dopo che alcuni avventori hanno pubblicato la rivisitazione della pizza Margherita assaggiata nel nuovo ristorante aperto dallo chef stellato Carlo Cracco in Galleria a Milano. Impasto scuro e grumoso, mozzarella di bufala, a crudo, e pomodorini al prezzo modico di 16 euro: il prezzo di 4 pizze made in Napoli conformi alla tradizione. La creazione di Cracco ha suscitato quindi notevoli polemiche ed è stata apostrofata con diversi epiteti da osservatori napoletani e non solo. La pizza, proclamata patrimonio mondiale dell’umanità, secondo l’Unesco, è quasi una religione per i napoletani che proprio non ce l’hanno fatta a guardare la foto apparsa su twitter, sfoggiando tutta l’ironia insita nella cultura partenopea.

Se all’occhio la pizza suscita qualche perplessità, pare che però – parola degli assaggiatori – non sia poi tanto da buttare. Il sapore è buono, ma nulla a che vedere con la pizza di vicoli della città.