Stato d’emergenza covid fino a dicembre, il Governo pronto a continuare

conte stato emergenza

Giuseppe Conte ha annunciato la proroga dello stato di emergenza in Italia. Il Primo Ministro ha fornito nuove indicazioni nel corso della cerimonia generale di innalzamento delle 78 paratoie del Mose a Venezia. Ragionevolmente ci sono le condizioni per proseguire lo stato di emergenza per il coronavirus dopo il 31 luglio. Lo stato di emergenza serve per tenere sotto controllo il virus. Non è stato ancora deciso tutto, ma ragionevolmente si andrà in questa direzione. E’ una decisione collegiale che va presa in Cdm. Faccio solo una riflessione anticipatoria: l’eventuale proroga dello stato d’emergenza significa che siamo nella condizione di adottare misure necessarie, anche minimali. Non dovete sorprendervi, se non fosse prolungato non avremmo i mezzi necessari per intervenire, anche su territori circoscritti”, ha detto Conte ai giornalisti. Di fatto il Governo potrebbe varare presto la proroga dello stato d’emergenza fino al dicembre 2020.

Questo status normativo permette al Governo di varare provvedimenti urgenti come gli ormai noti Dpcm. Inoltre conferisce alla Protezione Civile azioni come l’acquisto di dispositivi di protezione individuale in breve tempo.

Divieto di ingresso da 13 paesi, poi la proroga dello stato d’emergenza

“Divieto di ingresso per chi arriva da Paesi a rischio”. Lo dispone un’ordinanza firmata dal ministro della Salute, Roberto Speranza, dopo il consulto con i i ministri degli Affari Esteri, dell’Interno e dei Trasporti.

Divieto di ingresso e transito in Italia per chi nei quattordici giorni antecedenti ha soggiornato o è transitato in 13 Paesi: Armenia, Bahrein, Bangladesh, Brasile, Bosnia Erzegovina, Cile, Kuwait, Macedonia del Nord, Moldova, Oman, Panama, Perù, Repubblica Dominicana.

“Nel mondo la pandemia è nella sua fase più acuta. Non possiamo vanificare i sacrifici fatti dagli italiani in questi mesi”, dice Speranza.

PER RESTARE SEMPRE INFORMATO SULL’EMERGENZA CORONAVIRUS, VAI SU INTERNAPOLI.IT O VISITA LA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.