Donne drogate e stuprate al ristorante, noto imprenditore arrestato nel Napoletano

Mercoledì i militari della Compagnia Carabinieri di Sorrento, unitamente a personale della Sezione di Pg. della Procura di Torre Annunziata, hanno dato esecuzione ad un’ordinanza di applicazione della misura cautelare agli arresti domiciliari nei confronti di  un uomo di 57 anni residente nel comune di Meta. L’attività di indagine ha dimostrato le responsabilità penali dell’uomo, autore di diversi atti di violenza sessuale e cessione di sostanza stupefacente nei confronti di almeno due donne della penisola.

Attraverso le numerose dichiarazioni testimoniali raccolte e le attività di riscontro eseguite dalla polizia giudiziaria, coordinata dalla Procura della Repubblica di Torre Annunziata, è stato possibile ricostruire l’attività delittuosa posta in essere dall’arrestato.

L’uomo, imprenditore nel campo della ristorazione, avrebbe abusato delle proprie vittime, anche all’interno del proprio esercizio commerciale, sfruttando talvolta lo stato di bisogno economico di queste e procurando loro sostanza stupefacente. Le dichiarazioni assunte e l’analisi del materiale probatorio sottoposto a sequestro hanno  supportato l’intero impianto accusatorio. Il G.I.P., confermando quanto raccolto dagli inquirenti, sussistendo i gravi indizi di colpevolezza in ordine ai reati contestati all’indagato nonché il concreto pericolo di reiterazione delle stesse condotte criminose , disponeva la misura cautelare degli arresti domiciliari.