Salvato dagli uomini della Guardia Costiera avvertita da alcuni passanti che, nello specchio d’acqua del Lungomare, hanno visto questo ragazzo su un materassino che non si muoveva. Il ragazzo, domenica pomeriggio, si era messo su un materassino in mare per prendere il sole ed è svenuto. Il giovane, un ventenne straniero residente a Napoli, era steso sul materassino, apparentemente privo di conoscenza e quando la corrente lo ha spinto vicino agli scogli di via Caracciolo le persone che erano in strada si sono allarmate non vedendolo muoversi e hanno avvertito le forze dell’ordine. Ad intervenire sono stati gli uomini della Capitaneria di Porto di Napoli. Il ragazzo salvato dalla motovedetta della Guardia Costiera di Napoli.

Avvicinato il ragazzo steso sul materassino hanno notato che il ventenne era in stato confusionale che non rispondeva neanche agli uomini dell’equipaggio che l’hanno portato di urgenza sulla terraferma per consentire i soccorsi del 118. Sul posto anche gli uomini della Polizia di Stato e della Polizia Locale, che monitoravano la situazione dalla terraferma.

 

Un ragazzo sviene mentre è sdraiato sul materassino gonfiabile nello specchio d’acqua del Lungomare di Napoli, davanti agli scogli frangiflutti di via Caracciolo, scatenando il panico tra i turisti e i passanti che stanno passeggiando. Ma viene salvato dalla Guardia Costiera prontamente intervenuta. L’episodio è accaduto domenica pomeriggio. Il giovane, un ventenne straniero residente a Napoli, era steso sul materassino, apparentemente privo di conoscenza. La giornata era molto calda. Quando la corrente l’ha portato pericolosamente vicino agli scogli di via Caracciolo. I turisti che erano in strada hanno subito lanciato l’allarme. Sono partite le chiamate al 118, alle forze dell’ordine e alla Capitaneria di Porto di Napoli che è prontamente intervenuta. Il ragazzo è stato salvato dalla motovedetta della Guardia Costiera di Napoli

 

Erano da poco passate le 16 quando è arrivata la telefonata del 118 alla Guardia Costiera di Napoli che segnalava la presenza di un uomo che sembrava addormentato, che non rispondeva ai richiami sul materassino gonfiabile, nella zona degli scogli. Nel periodo estivo la Capitaneria di Porto mette sempre in campo motovedette e squadre di terra per il pronto intervento, nell’ambito dell’operazione Mare Sicuro. Per questo motivo, la motovedetta della Guardia Costiera è arrivata in una manciata di minuti. Quando è giunta sul posto, ha trovato l’uomo in stato confusionale che non rispondeva neanche agli uomini dell’equipaggio che l’hanno portato di urgenza sulla terraferma per consentire i soccorsi del 118. Anche quando gli hanno sollevato il braccio il ragazzo continuava ad essere in uno stato profondo di sonno. Sul posto anche gli uomini della Polizia di Stato e della Polizia Locale, che monitoravano la situazione dalla terraferma. Il giovane è stato quindi salvato e soccorso con le cure mediche del caso.

 

 

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.