Dall'ironia alla cultura, dal trash all'amore: i volti più famosi di Napoli su TikTok
Dall'ironia alla cultura, dal trash all'amore: i volti più famosi di Napoli su TikTok

TikTok è il social del momento o, quanto meno, è tra i più seguiti in tutto il mondo. Non a caso, negli ultimi anni, molte delle tendenze nascono direttamente dalla piattaforma cinese che con il trascorrere degli anni ha visto crescere a dismisura i propri utenti. Difficile trovare in tutto il mondo qualcuno che non conosca il social network: in Italia, tanto per citare un esempio, Khaby Lame ha raggiunto in poco tempo oltre 90 milioni di seguaci, diventando la seconda persona più seguita al mondo. Come? Innanzitutto con impegno e costanza, poi con contenuti che con il tempo si sono rivelati efficienti, divertenti e soprattutto trasversali. In parole povere, video che attraggono qualsiasi persona indirettamente da sesso, età e interessi.

I volti di Napoli su TikTok

Anche a Napoli le persone sono riuscite a prendersi la scena. Chi usa TikTok in Italia, infatti, avrà quasi sicuramente un volto partenopeo nei propri ‘Per te‘ (video selezionati dalla stessa piattaforma in base ai propri interessi, ndr). Non tutti però trattano gli stessi argomenti, anzi. In molti sono riusciti a inventarsi un personaggio ed a conquistare l’affetto del proprio pubblico grazie a video e contenuti innovativi. Tra gli esempi citiamo Miriam Landi, che all’apparenza può sembrare una ragazza che traduce proverbi dall’inglese al napoletano. Con il tempo, però, la giovane è riuscita a trovare il modo di non risultare ‘monotona’ e, anzi, di intrattenere sempre più il proprio pubblico. Come? Girando video in posti diversi, mostrando i luoghi più interessanti della città partenopea e traducendo sempre frasi sempre più simpatiche.

Quello di Miriam però è solo un esempio. Vediamo, dunque, chi sono i volti di Napoli che hanno saputo prendersi la scena su TikTok.

Miriam Landi

Partiamo proprio da Miriam Landi. Si tratta di una studentessa dell’Univesità Federico II di Napoli, ha 20 anni ed è riuscita a conquistare il suo pubblico – come predetto – prima grazie alle sue capacità linguistiche, ma anche con la sua simpatia che la contraddistingue. Non a caso, difficilmente sono reperibili – e replicabili – contenuti originali come quelli di Miriam.

«È nato tutto per gioco. Ero sotto esame e avevo bisogno di una distrazione, qualcosa che mi facesse staccare per un attimo il cervello dallo studio. Visto che da qualche tempo facevo già esperimenti su Tik Tok, e che questa idea mi frullava già in testa, ho deciso di provare a fare il primo video. Tik Tok funziona molto a tentativi: hai un’idea e la proponi, ma non sai se andrà bene, se piacerà. Per fortuna, i miei video “In Naples we don’t say” sono andati molto bene». Queste le parole di Miriam in una intervista rilasciata a Fanpage lo scorso anno.

Mery Esposito

Alla lista non poteva certamente mancare Mery Esposito. Speaker di Radio CRC, la giovane napoletana è diventata nota grazie ai suoi sketch comici. Con oltre 500mila seguaci e 14 milioni di commenti, Mery è tra i profili più visitati. Sul suo profilo, inoltre, spuntano anche diversi video con Luca Sepe dove, immancabili, sono le risate dei fan che nei commenti si dicono sempre divertiti. Scene di tutti i giorni, fondamentalmente, quelle che Mery interpreta nei suoi video. Ma a renderli unici è proprio l’euforia della giovane che ha creato una vera e propria famiglia grazie ai suoi video.

Il ‘caso’ di Mucella, la regina della pannocchie su TikTok

Non potevamo non citare ‘Mucella’. Non si tratta – questo va detto – di una vera e propria influencer, né tanto meno di una Tiktoker esperta. La donna, in realtà, è salita alla ribalta del social grazie alle sue… ‘pannocchie’. Già, proprio così. Sulla piattaforma, infatti, negli ultimi tempi e scoppiata una ‘guerra’ tra venditori di spighe (qui ne abbiamo parlato), i quali cercano tramite il social cinese di attrarre quanti più clienti possibili. Tra tutti, però, la più apprezzata sembra essere proprio Mucella che con umiltà, simpatia e tanto lavoro è riuscita a fare assaggiare i suoi prodotti a persone proveniente da Napoli e provincia. E non solo.

Valeria Angione

Valeria Angione conquista, indubbiamente, il posto nella lista per meriti. La giovane ragazza di Bologna, cresciuta però a Napoli dall’età di tre anni – nata a Emilia Romagna con genitori originari della città partenopea – è nata il 5 novembre del 1995. Come racconta sul suo profilo web, ha iniziato a creare contenuti sul web iniziando a parlare della propria vita.

«All’età di 11 anni salii per la prima volta su un palcoscenico, e per 10 anni non sono più scesa. E’ stata tutta la mia vita. Ho iniziato a creare contenuti per il web nel 2015. Sentivo il bisogno di creare qualcosa di solo mio. Iniziai semplicemente a parlare della mia vita, che al tempo era l’università. Cominciai a rappresentare la vita dell’universitario medio. Il backstage. Cosa c’è dietro la preparazione di un esame? Ansia, frustrazione, lacrime, sudore, pigiami…EVIDENZIATORI! Poi con il passare degli anni si è creata una community incredibile, preziosa. E’ surreale, stento ancora a crederci. Mi piace quello che faccio. Parlare con le persone. Comunicare con loro. Non farle sentire sole. Trovare passioni in comune».

La genuinità di Papusciello

Diventato famoso con le sue dirette Instagram e con le ospitate su diversi canali televisivi, Papusciello ha conquistato in men che non si dica l’affetto di tutto il suo pubblico. Oltre a collaborare all’organizzazione di eventi, riesce ad intrattenere i suoi fans raccontando semplicemente la sua giornata. E, spesso, riesce a strappare un sorriso alle persone che guardano i suoi video.

Matteo Procentese

Matteo Procentese, 21enne di Napoli, è riuscito a raggiungere fino ad ora 61mila seguaci ed oltre 2 milioni di like sul proprio profilo TikTok. Il ragazzo si è contraddistinto per il suo modo di raccontare il calcio: non semplici effetti ‘usa e getta’, ma aggiornamenti continui sulla squadra del Napoli con notizie di calciomercato e non solo. L’ironia non manca e forse è proprio per questo che i suoi video riescono sempre a ‘funzionare’. Apprezzato per la sua simpatia, ma anche per le sue battute ‘originali’. A dirla tutta, mancava ancora qualcuno che raccontava – come lui – il calcio con tale leggerezza.

Kekko Attanasio e la vita di coppia su TikTok

Qui si va più sul generico, ma Kekko e la sua fidanzata sono riusciti a farsi valere con impegno, costanza e determinazione. La coppia è diventata una delle più seguite a Napoli per i video divertenti pubblicati sul social network: si tratta di piccoli sketch che raccontano, nel modo più naturale possibile, le dinamiche della ‘tipica’ relazione a Napoli. Insieme, contano 338mila seguaci ed i loro contenuti hanno raggiunto oltre 11 milioni di ‘Mi piace‘.

Emanuel Ceruti

Emanuel è tra i volti napoletani che più divertono su TikTok. Oltre a ironizzare sui temi d’attualità – tra cui vaccini e green pass – il giovane pubblica sul suo profilo piccoli video sulla vita di tutti i giorni. Sulla piattaforma social ha raggiunto quasi 400mila follower e ottenuto 9 milioni di like.

Biagino e Giannino

Biagino e Giannino raccontano invece le dinamiche del rapporto padre-figlio. E, forse più del contenuto, è il messaggio quello che la coppia vuole far passare. Basta guardare pochi video – compresi i backstage – per capire il forte legame che lega il genitore al ragazzo e viceversa. Anche qui l’ironia non manca e, insieme, oltre a far divertire spesso insegnano anche quanto sia importante avere un rapporto solido tra figli e genitori.

Rita De Crescenzo, oltre 600mila seguaci su TikTok

E, per concludere, c’è Rita De Crescenzo. Tra tutti i profili sopra elencati, è difatti la più seguita con oltre 600mila follower e quasi 30 milioni di like su TikTok. Il suo nome, però, spesso è stato accostato a spiacevoli episodi accostati al nome di Napoli. A giugno, tanto per citare un esempio, ha bloccato il lungomare Caracciolo con una limousine per girare un video mentre ballava in strada. Ieri, invece, la donna ha affittato un gommone per raggiungere lo yacht a Capri lo yacht di Jennifer Lopez e Ben Affleck: prima cerca di comunicare con un uomo sulla mega barca: “C’è Jennifer? Jennifer, c’è? Se tu parli italiano, tu ascolta me. C’è Jennifer? Non c’è? E chi ci sta qua? Sta dormendo?”.

Alla fine, su quella barca, ci è salita. Ma a differenza di quanto credesse la De Crescenzo, non era la barca di JLo. Basta vedere la bandiera a poppa. La bandiera che si trova sullo yatch dei Bennifer è di Saint Vincent e Grenadine, mentre quella dello yatch pubblicato da Rita De Crescenzo è della Nuova Zelanda.

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.