Trova Fiat 128 abbandonata in un pollaio, poi scopre che vale una fortuna: era l’auto di Maradona

Fiat 128 maradona

La Fiat 128 appartenuta a Diego Armando Maradona. Una Fiat 128 immatricolata nel 1982, abbandonata nel retro di un pollaio, è stata ritrovata in una fattoria. Martìn Varrone, padre di Nicolàs, promettente pilota argentino di Formula 3, ha avuto l’intuizione di acquistarla e rimetterla a nuovo, anche perché non si tratta di un’automobile qualsiasi, bensì della prima auto A KM 0 acquistata da un giovane Diego Armando Maradona.

Era il 2003 quando l’uomo, appassionato di motori, tifoso del Boca Juniors e collezionista di auto (nella sua vita è riuscito ad accaparrarsi una limousine appartenuta a Juan Domingo Peròn e una vettura guidata da Juan Manuel Fangio), ricevuto una ‘soffiata’. Un amico mi ha detto: c’è uno che possiede una macchina appartenuta a Maradona e la tiene tra le galline, dentro un pollaio”. Comincia così il racconto di Martin Varrone a Infobae che, da esperto collezionista, ha potuto mettere nel suo garage un pezzo d’assoluto prestigio. Anche se si tratta di una semplicissima Fiat 128, infatti, sono i documenti a darle valore: era appartenuta a Diego Armando Maradona.

Il Pibe de Oro l’aveva acquistata nel 1982, prima del trasferimento al Barcellona e al definitivo decollo della sua carriera. La utilizzava per gli spostamenti e nel 1984 venduta, passando di mano in mano. Fino a finire abbandonata in un pollaio.

La Fiat 128 appartenuta a Diego Armando Maradona

«In quel periodo avevo il ‘vizio’ di comprare auto d’epoca per rimetterle a nuovo. Fu così che andai a Salto, dove il proprietario di una fattoria mi aveva mostrato la Fiat 128. Effettivamente in condizioni pessime e con le galline che passeggiavano sul cofano e sul tettino. Quell’uomo mi mostrò il certificato di proprietà e decisi di recarmi al registro della motorizzazione, chiedendo di accedere ai dati attraverso il numero di patente. Era tutto vero: quell’auto era di Diego ed era stata acquistata, nuovissima, tramite Jorge Cyterszpiler, il suo agente di allora (morto suicida nel 2017, ndr)».

Ora, dopo un minuzioso restauro, il noto collezionista ha fatto sapere di non essere intenzionato a venderla, ma di aver già preso contatti con lo staff di Maradona per farla tornare nel parco auto di uno dei più forti calciatori di tutti i tempi.

Seguici Sui Nostri Canali Social

Rimani Aggiornato Sulle Notizie Di Oggi