Ansia e preoccupazione in provincia di Napoli, Valentina è scomparsa: «Aiutateci a trovarla»

Nella foto Valentina, la donna di 36 anni scomparsa da Torre Annunziata [Foto d'archivio]
Nella foto Valentina, la donna di 36 anni scomparsa da Torre Annunziata [Foto d'archivio]

Sono ore di apprensione quelle che vive la comunità di Torre del Greco. Valentina, una donna di 36 anni – riporta Il Mattino – ha fatto perdere le sue tracce dalla mattinata di ieri. Le foto della 36enne sono state già pubblicate sul web e sulle pagine social, dove vengono pubblicati gli appelli per chiedere aiuto. «Quando Valentina è scomparsa aveva un giubettino blu, pantalone blu e scarpe blu e fucsia, ha una sciarpetta marrone e ha con se uno zainetto. È andata via da venerdì mattina da casa sua alla Litoranea: la famiglia è molto in ansia. Chi magari l’ha vista o notata è pregato di informarci al numero 3927349848».

Le altre notizie nel Vesuviano | Le bruciano l’auto dopo averle rubato la borsa, arrestati due fratelli in provincia di Napoli

Prima lo ‘scippo’, poi l’auto bruciata. Ieri pomeriggio i carabinieri della Compagnia di Torre Annunziata hanno arrestato 2 fratelli. Si tratta di Gianluca Villa e Antonio Villani, rispettivamente di 31 e 42 anni. Questi sono ritenuti dagli investigatori presunti responsabili di rapina, lesioni e incendio.

La vittima dei due arrestati è stata una donna di 44 anni che, lo scorso dicembre, aveva denunciato i fratelli dopo che questi ultimi le avevano rubato  la borsa. Diversi giorni dopo la denuncia, però, gli autori della rapina gli incendiano anche l’auto, una Fiat Punto in via IV Novembre. Le fiamme hanno coinvolto anche altre due vetture ed una pizzeria della zona.

Secondo l’ipotesi accusatoria, Antonio Villani, riconosciuto grazie alle immagini di videosorveglianza, avrebbe materialmente appiccato l’incendio alla vettura, verosimilmente per impedire alla donna, che aveva riconosciuto gli autori dello scippo, di rivolgersi alle forze dell’ordine per denunciare il fratello. Per i 2 indagati – per i quali ovviamente vale la presunzione d’innocenza fino a sentenza definitiva – è scattato l’arresto ed il trasporto a Poggioreale.

Per seguire tutte le notizie collegati al nostro sito oppure vai sulla nostra pagina Facebook