Valentina violentata dal parroco, lei denuncia ma il paese si schiera col sacerdote

Valentina Cavagna

Valentina Cavagna, da diversi anni, è una ragazza maggiorenne. Solo dopo aver compiuto 18 anni, però, la donna aveva trovato il coraggio di denunciare gli abusi subiti, ancora bambina, dal parroco del proprio paese, che oltre ad essere un maestro di religione era anche un amico di famiglia. Ora che don Marco Ghilardi, ex parroco di Serina (Bergamo), è stato condannato in via definitiva, il paese si è schierato al fianco del sacerdote.

Il sacerdote, 44 anni, dopo essere stato condannato a sei anni si trova in carcere, dopo essere stato riconosciuto colpevole degli abusi avvenuti per cinque anni, sin da quando Valentina aveva iniziato le scuole elementari. La ragazza, in un’intervista a La Repubblica, ha spiegato il perché di quella denuncia tardiva: «Ero una bambina, lui era amico dei miei, un maestro e io facevo la chierichetta… Avevo paura di non essere creduta o di fare un casino, anche se le mie amiche mi dicevano di denunciarlo. Per tanto tempo ho ripetuto a me stessa: Quando sarò maggiorenne lo farò. Non mi pento di ciò che ho fatto, anzi: tornassi indietro, lo denuncerei prima».