“Mi hanno lasciato davvero senza parole le immagini che mi hanno inviato dei cittadini e che immortalano una persona, a bordo di una nave GesTour, che intenta nelle pulizie di bordo ha prontamente gettato dei rifiuti plastici e di altro tipo a mare invece di raccoglierli e buttarli nella differenziata, non curandosi del danno che stava provocando. E’ assurdo che chi lavora con il mare sia il primo a non rispettarlo. Non è il primo episodio di questo tipo che siamo costretti a segnalare, sono diverse le persone che ogni anno ci inviano immagini simili. Credo che chiunque navighi, per lavoro o per diletto, debba rispettare le acque che solca. Purtroppo la pratica di pulire le imbarcazioni in mare, con saponi, detergenti e inquinanti di vario tipo, è molto diffusa. È una pratica davvero indegna che ci viene segnalata troppo spesso dai cittadini di ogni parte della Regione, e chissà quanti altri zozzoni, invece, sfuggono agli occhi delle telecamere. Ritengo sia necessario introdurre delle pene più severe per questi delinquenti. Chi inquina deve pagare, tale principio è stato inserito nel nostro codice penale e va fatto rispettare pedissequamente, pertanto sarebbero necessario anche intensificare i controlli, soprattutto nel pieno della stagione estiva, dove il traffico di natanti è davvero elevato.

Senza dubbio segnaleremo la GesTour per quest’atto scellerato e ci aspettiamo che si prendano provvedimenti duri nei confronti di chi ha commesso questo gesto di disprezzo nei confronti di un bene preziosissimo, il mare”. Questa la denuncia del Consigliere Regionale di Europa Verde, Francesco Emilio Borrelli.

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.