Visite in casa tra parenti e amici, l’obbligo e la raccomandazione del Governo

parenti visite amici stop alle feste e cerimonie
La stretta del Governo

Visite tra parenti e amici, l’obbligo e la raccomandazione del Governo. Il Governo raccomanda l’uso dei dispositivi di protezione delle vie respiratori e anche
all’interno delle abitazioni private in presenza di persone non conviventi. Imposto l’obbligo di mantenere una distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro

Sarebbe raccomandato, inoltre, non ricevere in casa persone di verse dai
conviventi, salvo che per comprovate esigenze lavorative o situazioni di
necessità e urgenza. Sono vietate le feste nei luoghi al chiuso e all’aperto, comprese quelle conseguenti alle cerimonie civili e religiose.

CAPITOLO SCUOLE

L’attività didattica ed educativa per il primo ciclo di istruzione materna, elementari e medi e per i servizi educativi per l’infanzia proseguiranno e si svolgeranno in presenza. Le scuole superiori adotteranno una didattica a distanza ad pari al 75% delle attività. Dunque un 25% in presenza su tutto il territorio nazionale, uniformando le ordinanze regionali.

Stop agli spostamenti da Conte: i motivi permessi dal Decreto. È fortemente raccomandato a tutte le persone fisiche di non spostarsi, con mezzi di trasporto pubblici o privati. I motivi permessi riguardano lavorativi, di studio, per motivi di salute, per situazioni di necessità o per svolgere attività o usufruire di servizi non sospesi.

STRETTA PER BAR E RISTORANTI

Le attività dei servizi di bar, pub, ristoranti, gelaterie, pasticcerie resteranno
consentite dalle ore 5.00 fino alle 18.00. Invece consentita senza limiti di orario la ristorazione ne gli alberghi e in altre strutture ricettive limitatamente ai propri clienti. Consumo al tavolo permesso per un massimo di quattro persone per tavolo,
salvo che siano tutti conviventi.

Per seguire tutte le notizie collegati al nostro sito oppure vai sulla nostra pagina Facebook.