Voleva riorganizzare il clan Vollaro, D’Anna ucciso da killer inviati dai Mazzarella

Ciro D’Anna voleva riorganizzare il clan Vollaro e per questo è stato ucciso. E’ questo il retroscena, riportato questa mattina da Il Roma, relativo all’uccisione del ras dei Vollaro ammazzato all’interno di una tabaccheria lo scorso 23 dicembre. Stando a quanto emerso da alcuni retroscena Ciro D’Anna avrebbe messo in giro la voce secondo cui Portici sarebbe dovuta ai ‘porticesi’ e non andare sotto il controllo dei ‘forestieri’ inquadrati nel clan Mazzarella-D’Amico. La convinzione di D’Anna si sarebbe rafforzata dopo l’arresto di Umberto Luongo in relazione all’omicidio Mignano di San Giovanni a Teduccio. Non avrebbe fatto in tempo a portare a termine i suoi propositi, i killer avrebbero fatto prima di lui.