25.3 C
Napoli
martedì, Agosto 16, 2022
- Pubblicità -
- Pubblicità -

Coppietta rapinata con pistola e coltelli al Vomero, la banda arrestata grazie alle urla della ragazza


Momenti di paura quelli vissuti nel quartiere Vomero questa mattina. Tre persone hanno rapinato una coppietta ed hanno tentato la fuga, fermata però dai carabinieri che li hanno bloccati ed arrestati. Tra i tre finiti in manette, c’è anche un minorenne.

I fatti sono accaduti tra via Solimena e via Salvator Rosa. I malviventi sono arrivati con uno scooter vicino alla coppietta e, una volta scesi dal mezzo, hanno puntato una pistola alla testa del ragazzo e un coltello alla gola alla fidanzata. A quel punto, il giovane sotto minaccia ha consegnato portafogli e telefono. Mentre l’altra vittima proprio non ha resistito ed ha urlato, attirando l’attenzione dei passanti. E proprio le urla della vittima hanno allarmato i passanti ed i poliziotti: una volante della sezione Vomero, infatti, se ne accorge e arriva sul posto.

L’inseguimento e l’arresto

Parte dunque l’inseguimento, a cui si aggiunge anche un altro scooter: si tratta di alcuni carabinieri liberi dal servizio e in abiti civili, che hanno aiutato i colleghi nell’inseguimento dei tre che hanno provato a raggiungere i Quartieri Spagnoli. I militari dell’Arma, quelli in borghese, sono però riusciti a fermare la vita dopo averli agganciati: uno dei malviventi viene arrestato, mentre gli altri due riescono a risalire sul mezzo e darsi nuovamente alla fuga. Neanche questo, però, è bastato ad evitare l’arresto. Attraverso il numero di targa dello scooter – che tra l’altro risulta rubato – le forze dell’ordine sono riuscite ad identificare ed arrestare i due fuggitivi, trovati in casa di uno di loro. Pistola e refurtiva al momento sono ancora da rinvenire, mentre il coltello usato per la rapina è stato trovato addosso al 17enne originario di Montesanto.

Per quanto riguarda i 2 giovani fermati in casa, si tratta di un incensurato di 23 anni ed un ventenne già noto alle forze dell’ordine. Al momento entrambi si trovano in carcere. Il minore – scrive Fanpagedenunciato in stato di libertà, è stato invece riaffidato ad un familiare.

 

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.

Alessandro Pirozzi
Alessandro Pirozzi
Mi presento: mi chiamo Alessandro Pirozzi, sono nato a Napoli ed ho 23 anni. Sono iscritto all'albo dei giornalisti dal 2019 ed amo profondamente la comunicazione, specie quella digitale. Dopo essermi diplomato in un istituto alberghiero, ho iniziato a 18 anni il mio percorso lavorativo con InterNapoli.it nel 2016, collaborando anche in qualità di freelancer con diverse testate digitali come Blasting News. Ho scritto per 'Cronache di Spogliatoio', giornale sportivo online, e per la testata locale AbbiAbbè.it.
- Pubblicità -
- Pubblicità -spot_img

Ultime Notizie

Vincenza muore dopo il parto a Napoli, indagine della Procura

La Procura della Repubblica di Napoli ha aperto un'inchiesta dopo la morte di Vincenza Donzelli. L'operatrice culturale 43enne, fondatrice...
- Pubblicità -

Nella stessa categoria