Zero contagi in Campania, De Luca: “Ora cambio le regole della movida”, novità anche sulle mascherine

Il Governatore De Luca annuncia novità dopo il raggiungimento di contagi zero
Il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca ha commentato la notizia di ieri sul raggiungimento di zero contagi in Campania.
“Per la prima volta dopo tre mesi si registrano zero contagi in Campania. E’ una tappa importante di un lungo cammino di prevenzione e controllo territoriale sviluppato in questi mesi. E’ un passo significativo ma occorre tenere come sempre la guardia alta. Partiremo nei prossimi giorni con uno screening sui docenti delle Commissioni degli esami di maturità per dare serenità alle famiglie. E’ una prima iniziativa che sarà completata nell’ambito del programma “Campania Sicura” nei mesi di agosto e settembre con lo screening che riguarderà tutto il personale scolastico, docente e non docente”

I ringraziamenti di De Luca dopo i contagi zero

“Ringraziamo per questo primo importante momento di grande soddisfazione tutti i nostri concittadini, per la collaborazione e il grande senso di responsabilità dimostrato. E con loro tutto il personale medico e sanitario della nostra regione. Facciamo in modo che questo risultato non venga messo in discussione da comportamenti non responsabili”.

Arriva la notizia che tutti attendevano, zero contagi oggi in Campania. Ecco il comunicato della regione che molti aspettavano da tempo”

 I cambiamenti sulla movida 

«Allungheremo gli orari di chiusura dei locali, ma non toccherò il divieto di vendere alcolici dopo le 10 di sera». Vincenzo De Luca, presidente della Regione Campania, dal porto di San Marco di Castellabate. Parla delle ordinanze restrittive, quelle che obbligano ancora all’uso della mascherina e che dispongono la chiusura della movida notturna all’una di notte, col divieto di vendere alcolici alle 22. Un divieto che a Napoli ha scatenato la battaglia a suon di ordinanze col sindaco Luigi De Magistris, un duello finito davanti al Tar. Lo ha detto il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca da Castellabate, in Cilento. “Al Cardarelli – ha spiegato il governatore – prima del Covid19, nei mesi precedenti, erano stati ricoverati 37 ragazzi di cui 20 avevano tra gli 11 e i 17 anni. Erano arrivati in ospedale in coma etilico, strafatti di vodka e superalcolici. La movida è bellissima se è un incontro, un modo per stare insieme non per rovinare la vita dei bambini. Perché a 11 anni sei un bambino”.

La mascherina via da 15 giugno

Il Presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, sta valutando l’ipotesi di abolire l’obbligo della mascherina! Così come riporta il Mattino per la Regione Campania potrebbero esserci dei passi in avanti nell’ambito dell’emergenza sanitaria causata dal Coronavirus., Infatti il 15 Giugno 2020 è la data in cui scadono le ordinanze emesse e così come per il Veneto anche in Campania, il presidente della Regione, Vincenzo De Luca sta valutando l’ipotesi di abolire l’uso della mascherina nei luoghi pubblici all’aperto.Per ora si tratta soltanto di un’ipotesi, quella dell’abolizione dell’obbligo di utilizzare questo dispositivo di protezione, ipotesi che limiterà l’uso della mascherina solo a determinati luoghi, come quelli pubblici al chiuso.

Per seguire tutte le notizie collegati al nostro sito oppure vai sulla nostra pagina Facebook