La zona arancione non ha fermato gli assembramenti e la movida dei giovani a Napoli. Ogni sera il centro storcio della città continua a popolarsi. Ogni sera il centro storcio della città continua a popolarsi pericolosamente di ragazzi che si incontrano per brindare, festeggiare e fare baldoria. Come mostra un filmato inviato da una cittadina al Consigliere Regionale di Europa Verde Francesco Emilio Borrelli, la sera del 24 febbraio Largo San Giovanni Maggiore, o piazzetta Orientale o anche Largo Giusso, come viene denominato, si mostra pericolosamente gremito di persone nonostante l’emergenza Covid.

La zona arancione non ferma la movida a Napoli, le parole di Francesco Emilio Borrelli

“La Campania è diventa zona arancione proprio a causa di chi non ha voluto, e continua a non volere, rispettare le regole. Che non riesce proprio a rinunciare a fare festa, a partecipare a mega assembramenti e a continuare a fare quel che faceva prima fregandosene dell’emergenza sanitaria. Non dovremmo allora stupirci se poi passeremmo ad essere addirittura zona rossa, i contagi non accennano a fermarsi, gli ospedali si stanno riempiendo. Vogliamo fare appello al senso di responsabilità della cittadinanza. Pure a quella parte che fino ad ora se n’é altamente infischiata delle regole. Ora c’è bisogno di serietà e di coesione prima che la situazione degeneri ulteriormente. Oltre a ciò, però, è indispensabile un incremento dei controlli delle forze dell’ordine soprattutto nelle aree maggiormente frequentate dai più giovani, non si può più essere permissivi e tolleranti”. – ha dichiarato il Consigliere Borrelli.

CLICCA QUI PER IL VIDEO

Pubblicità