Saltato il lockdown, si va verso la zona rossa a Napoli e in provincia

zona rossa Napoli e Provincia
A vaglio del governatore due ipotesi per bloccare i contagi

Il governatore Vincenzo De Luca, non avendo avuto appoggio politico dal governo, ha dovuto (almeno per ora) abbandonare l’idea di un nuovo lockdown per la Campania. Il presidente della Regione Campania però, per arrestare il contagio, starebbe valutando l’ipotesi di istituire la zona rossa a Napoli e all’intera provincia partenopea.

Parlando dell’epidemia in Campania De Luca ha, infatti, spiegato che “il 60% dei contagiati si trova nell’area metropolitana di Napoli. Abbiamo vietato la mobilità tra le province ma dovremmo fare zona rossa tutta l’area metropolitana di Napoli“.

Zona rossa Napoli e Provincia

Zona rossa, dunque, ma in che modo? Al momento le soluzioni sono due. La prima sarebbe di natura conservativa e consentirebbe di potersi muovere tra tutti i Comuni della Provincia di Napoli, compreso il capoluogo di Regione. La seconda, invece, prevedrebbe una soluzione stile Arzano per tutti i Comuni del Napoletano. Questa seconda ipotesi appare però complessa, in quanto diverse città della provincia partenopea hanno una situazione ancora tranquilla rispetto ai contagi Covid.

La giravolta di De Luca: ora non fa più il lockdown in Campania e chiede che i locali restino aperti fino alle 23
Dopo l’annuncio di chiusura totale della Regione perché il sistema non reggeva più, il presidente dem ha fatto marcia indietro: impossibile muoversi in autonomia senza l’appoggio dell’esecutivo e soprattutto senza una rete di aiuti per ristoranti e bar

PER RESTARE SEMPRE INFORMATO, VAI SU INTERNAPOLI.IT O VISITA LA NOSTRA PAGINA FACEBOOK