Alimenti per neonati non a norma, Nas in una farmasanitaria a Napoli

I carabinieri del Nas a Barra a conclusione di una verifica igienico sanitaria condotta in una
locale farmasanitaria hanno proceduto al sequestro amministrativo di kg 10 di alimenti per
neonati, poichè detenuti e posti in vendita in assenza di sistemi e procedure per la rintracciabilità dei prodotti. In particolare è risultata mancante l’indicazione relativa all’impresa fornitrice). Nel medesimo contesto, alla parte notificata una “diffida” per carenze igienico sanitarie e amministrative.

L’intervento precedente dei Nas

L’ultimo intervento in tal senso si era avuto a Trentola Ducenta. Qui i militari della Compagnia di Aversa avevano sequestrato 90 mascherine in una parafarmacia. In questo caso si trattava di prodotti artigianali con un confezionamento del tutto inadeguato. La assenza di indicazioni per le modalità di utilizzo, la falsità del codice a barre apposto sul foglietto illustrativo, la manifattura approssimativa con l’utilizzo di materiale sintetico di qualità scadente tenuto insieme da elastici di sartoria attestavano la completa inadeguatezza e illeceità del prodotto tanto che il titolare dell’esercizio commerciale era stato denunciato per frode in commercio. Gli approfondimenti sul posto hanno poi permesso di risalire al rivenditore all’ingrosso, che le approntava in confezioni, da 10 pezzi venduti a 2 euro a confezione, mentre il dettagliante le rivendeva singolarmente a 5 euro, a ulteriore dimostrazione della volontà di speculare sullo stato psicologico dei clienti.

Per seguire tutte le notizie collegati al nostro sito oppure vai sulla nostra pagina Facebook.