Bengalese massacrato dalla babygang: erano in dieci, tutti identificati

Si stringe il cerchio sul branco responsabile di un pestaggio brutale a Napoli. Gli inquirenti conoscono i loro nomi e stanno ricostruendo i loro ruoli nell’aggressione all’ambulante bengalese avvenuta la sera dell’11 agosto in via Generale Orsini a Santa Lucia. Sotto la lente la posizione di tre giovanissimi, uno dei quali appena maggiorenne e gli altri minorenni, che avrebbero avuto un ruolo più attivo nell’aggressione subita dal povero Roton Kalak, il 39enne picchiato e insultato per aver provato a difendersi dalla baby gang che lo aveva preso di mira, forse per derubarlo o forse solo per esercitare un’azione di forza. La notizia riportata dal Mattino.