Bimba dall’esorcista, la piccola può essere tolta ai genitori

Gli agenti della Questura di Caserta hanno aperto le indagini sul caso, sollevato dalla trasmissione ‘Le Iene’, della tredicenne esorcizzata in provincia di Caserta. Nel servizio veniva mostrata una ricostruzione delle sevizie subite dalla ragazzina considerata indemoniata. La bambina, con il consenso dei genitori, sarebbe stata sottoposta a pratiche esorcistiche dal sacerdote Michele Barone, recentemente sospeso per un anno dal ministero pubblico dal Vescovo Mons. Angelo Spinillo , invece di essere curata per patologie di natura psichiatrica. Come riporta Il Mattino, il tribunale dei minori di Napoli ha interpellato consulenti, medici, psicologi e assistenti sociali, i quali dovranno esaminare le azioni condotte dai genitori della piccola in merito al trattamento delle patologie, che secondo le dichiarazioni della sorella non sarebbero state prese in considerazione, bensì curate come se dipendessero da possessioni demoniache.

Se le presunte negligenze del padre e della madre venissero accertate, la bambina potrebbe essere affidata ad una casa famiglia. Tra le persone coinvolte in questa vicenda c’è anche un poliziotto (amico di don Michele Barone, ndr), il quale avrebbe cercato di convincere la sorella della vittima a ritirare la denuncia dell’accaduto. Le accuse a carico delle persone coinvolte sono molto pesanti: vanno dall’abuso su minore, ai maltrattamenti fino addirittura al sequestro di persona.